Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:10 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 29 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Migranti: 10 anni di errori, ipocrisie, propaganda e il falso problema delle Ong

Attualità lunedì 13 dicembre 2021 ore 21:39

Un resort nell'ex caserma, Palazzo Vecchio dice sì

L'ex caserma Vittorio Veneto
L'ex caserma Vittorio Veneto

Il Consiglio comunale ha approvato a maggioranza la variante urbanistica per la trasformazione dell'ex caserma Vittorio Veneto, in costa San Giorgio



FIRENZE — Nell'ex caserma Vittorio Veneto, sulla costa San Giorgio, uno dei luoghi più suggestivi del centro di Firenze, sarà reliazzato un resort di lusso. Il Consiglio comunale ha dato il via libera definitivo alla variante urbanistica per la trasformazione del complesso, venduta a suo tempo dal Demanio all'imprenditore argentino Alfredo Lowenstein. L'approvazione della variante è avvenuta a maggioranza mentre le forze di opposizione hanno duramente criticato il provvedimento.

La nuova destinazione dell'ex caserma è stata definita a seguito di un concorso internazionale di idee, lanciato nel 2015, per l’individuazione delle funzioni compatibili con il contesto.

Fra le opere previste un parcheggio sotterraneo e una terrazza-giardino panoramica con accesso dal vicolo della Cava.

Saranno a carico della proprietà del complesso anche la progettazione ed esecuzione di una serie di opere interessanti gli spazi pubblici esistenti: riqualificazione di Costa San Giorgio, da piazza de Rossi a vicolo della Cava; riqualificazione dello snodo tra Costa San Giorgio e Costa dei Magnoli; riqualificazione della scalinata tra Costa San Giorgio e piazza Santa Maria Soprarno per un importo complessivo di circa 400mila euro.

I fondi dovuti dal privato per la monetizzazione delle compensazioni, oltre 2,2 milioni di euro (da cui detrarre le opere di riqualificazione a carico dell’operatore pari a circa 400mila euro), serviranno a finanziare opere con ricadute sociali per i cittadini del quartiere 1: interventi di manutenzione straordinaria su attrezzature ludiche e sportive e verde di piazza Demidoff, piazza Tasso, piazza D’Azeglio, giardino Nidiaci, giardino di Porta Romana (300mila); adeguamenti impiantistici e strutturali dell’Albergo Popolare (300mila euro); restauro casotti in piazza Demidoff (30mila euro); realizzazione spogliatoi femminili palestra Nidiaci in via della Chiesa (90mila euro); ristrutturazione, inserimento bagno e soppalco Centro giovani nel giardino Nidiaci (ex limonaia) in via d'Ardiglione (250mila euro); rifacimento del muro di contenimento Assi Giglio Rosso sul viale dei Colli (80mila euro); riqualificazione della scalinata della via Crucis (380mila euro circa); riqualificazione di piazza Santa Felicita e piazza dei Rossi e dei rispettivi marciapiedi con il rifacimento della pavimentazione in pietra (per l’importo rimanente pari a circa 440mila euro).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'investimento per l'opera idraulica è di 1,5 milioni di euro. A che punto siamo? Si perimetra e consolida l'area che accoglierà le acque in eccesso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità