QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 11° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 28 febbraio 2020

Attualità martedì 28 gennaio 2020 ore 16:16

Un nuovo personaggio nel Corteo della Repubblica

Il costume debutterà in occasione della Partita dell'Assedio il prossimo 17 febbraio, partita che sarà dedicata ad Uberto Bini, recentemente scomparso



FIRENZE — Un nuovo costume entra a far parte della parata del corteo del Calcio Storico Fiorentino, è stato presentato dall'assessore alle tradizioni popolari Andrea Vannucci, dal direttore del Corteo della Repubblica Fiorentina Filippo Giovannelli e dalla presidente Rotary Club Lorenzo il Magnifico Rita Pelagotti. A seguito della collaborazione instaurata con il Rotary Club Lorenzo il Magnifico per l'organizzazione della Festa di Sant'Anna il 26 luglio di ogni anno, per l'anno 2019 il Rotary ha donato l'abito del Bandieraio del Popolo che va ad aggiungersi alle altre sei bandiere già presenti e completa la serie dei Bandierai della Repubblica Fiorentina, sino ad ora mancanti di questa parte araldica civica della Firenze repubblicana.

La bandiera del Capitano del Popolo trova origine iconografica dall'insegna di San Giorgio ed è rappresentata con una croce rossa su fondo bianco.

“Un abito che va ad arricchire il ricco corteo della Repubblica Fiorentina. Il rapporto col Rotary Club Lorenzo il Magnifico - ha ricordato l'assessore alle tradizioni popolari Andrea Vannucci - è ormai consolidato. Lo scorso anno donarono tutte le bandiere delle arti, quest'anno l'abito del Bandieraio del Popolo mentre Luca Giannelli della Scramasax ha contribuito per la bandiera. Sono personaggi storici dell'esercito fiorentino che si opposero alle truppe di Carlo VIII che assediava Firenze. Questa nuova figura, per la quale ringraziamo il Rotary Club Lorenzo il Magnifico, debutterà in occasione della Partita dell'Assedio il prossimo 17 febbraio, partita che sarà dedicata ad Uberto Bini, recentemente scomparso”.

Il direttore del Corteo Storico della Repubblica fiorentina Filippo Giovannelli ha spiegato che “Ogni abito è trattato con le dovute cautele. Il Corteo Storico sta diventando qualcosa di importante anche a livello culturale a Firenze anche perché ogni abito viene catalogato in maniera specifica. E' come se avessimo fatto mecenatismo realizzando un'opera d'arte”. 



Tag

Conte soccorre signora che cade per chiedergli un selfie

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità