Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:14 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 05 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Cassano a Bobo Tv: «Ronaldo mi ha scritto di portargli rispetto. Stai sereno...»

Attualità sabato 07 novembre 2015 ore 11:59

Uffizi, le lunghe code nel mirino di Eike Schmidt

Il neodirettore della Pinacoteca dichiara guerra ai "serpentoni" di turisti in attesa: "Troppo lunghi rispetto ad altri musei. Non e' accettabile"



FIRENZE — "Le code ci sono in tutto il mondo, anche al Louvre ma non va bene iniziare una visita con ore e ore di fila come avviene qua". Alla sua prima "uscita"ufficiale con la stampa, il neo-direttore degli Uffizi Eike Schmidt entra subito nel vivo dei problemi storici e strutturali della Galleria più visitata d'Italia: l'abbattimento delle code all'entrata, situazione definita senza mezzi termini "non accettabile".

Ma come risolvere l'annoso problema? "Ho tante idee e ci stiamo già lavorando - assicura Schimdt - riguardano la logistica, l'uso delle tecnologie ed anche una diversa organizzazione delle visite". A proposito del Corridoio Vasariano, ha detto Schmidt, "è un peccato che non sia aperto al pubblico regolarmente. Il tema va affrontato, e in proposito abbiamo già alcune idee".

Poca voglia di parlare invece da parte del neodirettore dei ridda di commenti che hanno circondato la sua nomina, dopo la vittoria al concorso internazionale: "Delle polemiche personalmente non mi interesso, nelle polemiche non entro. Bisogna lavorare, non parlare: senno' non ne usciamo più". 

Ultimo ad aver nuovamente sollevato la questione era stato il critico Vittorio Sgarbi qualche giorno fa proprio a Firenze: "Gli Uffizi sono l'Italia - aveva detto - non possono andare ad un direttore straniero"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Quelle confezioni alimentari erano proprio anomale. E infatti anomalo si è rivelato anche il loro contenuto: hashish e denaro contante
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità