Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Centrodestra, il vertice tra Berlusconi, Meloni e Salvini a Villa Grande

Attualità martedì 27 aprile 2021 ore 20:17

Tram, Razzanelli “Ricorrerò al Consiglio di Stato”

L'annuncio del consigliere comunale dopo il pronunciamento del Tribunale amministrativo regionale che ha giudicato inammissibile il ricorso



FIRENZE — "Ricorrerò al Consiglio di Stato" lo ha annunciato il consigliere comunale Mario Razzanelli dopo la sentenza del Tar della Toscana che ha giudicato inammissibile il ricorso sulla linea Firenze - Bagno a Ripoli (vedere articolo collegato).

Il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Vecchio ha commentato “Ho appreso che i consiglieri comunali non hanno legittimazione a richiedere l’annullamento di una decisione della propria amministrazione e che, quindi, il controllo finale della giustizia amministrativa sui provvedimenti amministrativi richiesto dalle opposizioni non è possibile. Non entro nel merito tecnico della questione, la vedranno meglio i miei avvocati che sono già al lavoro per appellare in Consiglio di Stato in tempi rapidissimi, osservo solo che il Tar di Firenze ha citato un precedente che riguarda il (ben) diverso caso di un Piano colore del centro storico (le gradazioni di colore da utilizzare sui palazzi) di un paese di 2000 (rispettabilissime) anime, che non danneggiava nessuno se non il gusto personale di qualche architetto".

"Qui invece il tram, a tacere di altro, fa vibrare interi palazzi, compromettendo la qualità della vita di migliaia di persone, e si pretende di realizzare un grande ponte sull’Arno senza alcun approfondimento degli aspetti ambientali. Devo domandarmi quale democrazia non accetta il controllo giudiziario degli organi amministrativi, tanto più in presenza di decisioni sulla tutela dell’ambiente, ove la legislazione comunitaria riconosce una sostanziale ed incondizionata apertura ed una soglia di precauzione anticipata. Mi chiedo: non sarà il caso che il sottoscritto ha esattamente colpito nel segno quando ha dimostrato che lo stesso Organo – il Comune – ha presentato il progetto e lo ha anche valutato in sede di VIA, delegando la funzione ai propri dirigenti che vengono poi confermati/premiati dalla politica? E tutto questo in palese contrasto con i principi del valutatore indipendente e del controllore/controllato. Sono sicuro che il Consiglio di Stato farà giustizia” ha concluso.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La rimozione dell'insegna rappresenta la fine di un'epoca per generazioni di autisti e per i fiorentini che sono cresciuti a bordo degli autobus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Lavoro

Cronaca

Attualità