Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:39 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 12 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«IoApro», petardi e fumogeni dei manifestanti contro la polizia

Attualità martedì 03 maggio 2016 ore 15:18

L'Europa si specchia in Toscana

Torna a Firenze 'The State of the Union' per discutere le questioni europee più urgenti. Edizione 2016 dedicata alle donne



FIRENZE — Saranno Palazzo Vecchio, Badia Fiesolana e villa Salviati a ospitare la sesta edizione di 'The State of the Union'. Tre giorni, dal 5 al 7 maggio, dedicati al confronto sui temi più importanti che riguardano l’Unione Europea. Tema centrale, “Women in Europe and the World”, cioè un’analisi della situazione e della condizione delle donne in Europa e nel mondo. Sul tavolo i traguardi raggiunti, quelli da conquistare ancora e, più in generale, la visione globale dell'universo femminile. 

Quest’anno l'evento coinciderà con i 40 anni dell’European University Institute, una delle realtà accademiche più importanti a livello europeo. 

Nella prima giornata gli incontri si svolgeranno nelle strutture dell'istituto di Villa Schifanoia e Badia Fiesolana. In chiusura, un panel con relatori Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, Martin Schultz, presidente del Parlamento europeo e Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, collegati da Roma in streaming e moderati dal presidente dell’European University Institute J.H.H. Weiler. 

Venerdì l’evento si sposterà a Palazzo Vecchio con una serie di incontri dedicati alla condizione della donna. A chiudere i lavori sarà il presidente del Consiglio Matteo Renzi. L’ultimo giorno, villa Salviati aprirà le porte ai visitatori in un open day rivolto a chi vuole conoscere da vicino l'istituto e i suoi archivi.

“The State of the Union – ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella – è ormai un evento consolidato e atteso che serve a fare il punto sui progetti di integrazione e sviluppo dell’Unione europea e che quest’anno cade in un momento molto particolare per il futuro dell’Europa”.

“Voglio già annunciare - ha poi aggiunto Nardella - che il prossimo 24 giugno, giorno del patrono della città, consegneremo il Fiorino d’oro proprio all’Istituto di Fiesole e al suo presidente Joseph Weiler".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli autisti dei mezzi pubblici sono nuovamente sul piede di guerra davanti all'ipotesi di limitare il servizio per il perdurare della zona rossa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità