QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 20° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 21 maggio 2019

Attualità giovedì 14 febbraio 2019 ore 08:07

Sicurezza, è scontro per la rissa in piazza Ciompi

Il sindaco di Firenze Dario Nardella rassicura che non c'è nessuna emergenza sicurezza. Il centrodestra attacca il Comune



FIRENZE — Dopo la rissa in piazza dei Ciompi, tra un gruppetto di persone armate di bastoni e un tunisino, c'è preoccupazione tra i cittadini. Ma il sindaco di firenze, Dario Nardella, ha rassicurato i fiorentini perché "non c'è nessun allarme sicurezza", ha detto il primo cittadino.

"Ci sono fatti gravissimi e sui fatti gravi non bisogna rispondere con slogan ma con azioni precise". Tutto, ha aggiunto, "è avvenuto davanti al commissariato di polizia, che era chiuso" mentre i commissariati "devono essereaperti h24, con la disponibilità di agenti in più: è da novembre che aspettiamo i 250 agenti" promessi dal ministro dell'Interno Matteo Salvini. 

"La Lega - ha anche detto il sindaco -restituisca ai cittadini 49 milioni": con quei soldi "paghiamo più stipendi ai poliziotti e assumiamo più carabinieri". Per il sindaco quanto accaduto "è molto grave, conferma che è necessario avere un controllo del territorio maggiore. Come Comune abbiamo fatto e continuiamo a fare ciò che avevamo promesso: riqualificazione delle piazze, nuova illuminazione, telecamere ovunque e l'assunzione di nuovi agenti di poliziamunicipale. Occorre che anche il governo faccia lo stesso". "Lacosa che fa più arrabbiare i cittadini - ha proseguito - è che queste persone vengono arrestate e dopo qualche giorno,puntualmente, rilasciate". 

Anche per il deputtao fiorentino Gabriele Toccafondi, il problema alla base è la mancanza degli agenti in città: "Caro ministro dell'Interno faccia il ministro e garantisca ai fiorentini quello di cui hanno diritto e mandi a Firenze i 250 agenti di cui il suo stesso ministero ha certificato la carenza". "A pensar male - ha anche detto Toccafondi - si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Forse quindi faccio peccato ma penso che Salvini e la sua pretoriana toscana Ceccardi - hanno tutta l'intenzione di far esplodere a Firenze una questione sicurezza per potervi lucrare elettoralmente. Altrimenti non mispiego perché mentre si riempiono la bocca di sicurezza e sicurezza poi non fanno nulla di concreto per garantirla, a cominciare da fornire a chi sta davvero in strada ogni giorno mezzi e uomini".

Sono numerosi gli attacchi ala Comune arrivati, soprattutto, dal centrodestra:

"Non si può vedere la città ridotta in questo modo: fra qualche mese anche a Firenze manderemo a casa il Pd, che con la sua politica di 'accoglienza incondizionata' ha reso il centro storico un Far West. Un fatto ancor più grave perché talmente spudorato da essersi verificato proprio di fronte alla sede del commissariato di San Giovanni. Ho presentato stamani due interrogazioni urgenti alla Camera: i criminali protagonisti della rissa devono essere espulsi e il governo deve intervenire per rafforzare il presidio di polizia", ha affermato il deputato di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, commentando gli episodi avvenuti nella serata di ieri in piazza dei Ciompi a Firenze.

Sul fatto è intervenuto anche il consigliere regionale della Lega Jacopo Alberti che invoca Rudolph Giuliani: "Quello che è accaduto in piazza dei Ciompi è intollerabile per una città come Firenze. Queste scene di violenza non appartengono a Firenze né ai fiorentini. Un inseguimento con pestaggio che sarebbe degno di un film, che invece è anche troppo reale. I protagonisti, una volta identificati, devono essere tutti espulsi, ma non da Firenze e basta, proprio dall'Italia". 

"Questa è la Firenze di Nardella e dei suoi compagni. La Lega invece è sempre stata per la tolleranza zero alla Rudolph Giuliani. E se vincessimo a Firenze - sostiene Alberti - chiederemo a Giuliani di venire a fare l'assessore alla sicurezza, per impiantare il suo modello di tolleranza zero, dandogli carta bianca, con un unico scopo: ripulire questa città come ha fatto con New York. Lui ha dimostrato che si può fare, si può combattere la microcriminalità, e se c'è riuscito in una città con otto milioni di abitanti, qui chissà cosa potrebbe fare"

Per il vicepresidente del Consiglio regionale Marco Stella (Fi) "l'aggressione di piazza dei Ciompi, in cui sono rimasti feriti diversi extracomunitari, è solo l'ultimo grave episodio di degrado e violenza a Firenze. Scippi, stupri, prostituzione, spacciatori che operano indisturbati in tutti i quartieri della città. A Firenze la situazione sul fronte degrado e sicurezza è ormai fuori controllo, e non da ora. Il territorio va presidiato in maniera capillare giorno e notte: che fine ha fatto il vigile di quartiere annunciato dal sindaco?". 

"Vanno prese misure effettiveanti degrado - chiede Stella -. Il Comune deve organizzare corsidi autodifesa gratuiti per le donne e vanno aumentati i fondi per l'illuminazione delle strade e per gli impianti di videosorveglianza. Non dimentichiamo che i reati a Firenze e in Toscana sono aumentati. Mi chiedo che senso abbia ristrutturare e rifare piazze come quella dei Ciompi se poi vengono lasciate in preda al degrado e agli spacciatori. Perché sembra evidente che la maxirissa di ieri sera è stata un regolamento di conti tra pusher".

Secondo il capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai e il consigliere comunale Mario Tenerani "la questione sicurezza a Firenze è diventata davvero delicata, con troppi episodi anche di giorno di criminalità e violenza. Vicende che nella stragrande maggioranza dei casi vedono protagonisti persone extracomunitarie e ripropongono urgentemente il tema dei controlli degli ingressi sul territorio e del centro di permanenza per il rimpatrio per coloro individuati privi del titolo di soggiorno. E la Toscana, non solo Firenze, ne ha bisogno come il pane. Speriamo che dopo anni e la ciliegina del far west in pieno centro persino Nardella e il Pd abbiano capito che alla novella della percezione di insicurezza dei fiorentini che hanno raccontato per anni non crede più nessun cittadino. E, forse, nemmeno loro".

Firenze, rincorso e picchiato in piazza dei Ciompi, minacciati passanti e soccorritori VIDEO


Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità