Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:FIRENZE12°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Attualità martedì 01 settembre 2020 ore 11:22

"Siamo infermieri non autisti di ambulanze"

L'Ordine infermieristico di Firenze e Pistoia ha espresso solidarietà alla protesta dei colleghi di Volterra sul tema della guida delle vetture



FIRENZE — L’Ordine delle professioni infermieristiche interprovinciale Firenze-Pistoia è intervenuto sul tema della guida dei mezzi di soccorso da parte degli infermieri "La guida di autoambulanze e automediche non fa parte delle competenze infermieristiche - ha detto Danilo Massai, presidente di Opi Firenze-Pistoia -. Già un anno fa l’Ordine aveva chiesto alla Regione Toscana e all’Azienda Usl Toscana Centro di aprire un tavolo di confronto sul tema".

L'Ordine è tornato sul tema a seguito della protesta degli infermieri del servizio emergenza-urgenza 118 di Volterra "Dopo il trasferimento d’ufficio di una collega che si era rifiutata di mettersi al volante, hanno deciso che non guideranno più i mezzi di soccorso. Una protesta che nasce da un grave episodio avvenuto qualche settimana fa a un’altra infermiera che, per aver provocato un incidente mentre si trovava alla guida di un'automedica, è stata condannata dal Tribunale di Massa Carrara".

"Quello di autista non solo è un ruolo che non rientra nel profilo professionale dell’infermiere, ma determina anche problematiche legate al reato di omicidio stradale, introdotto nel 2016. Tra queste, l’assenza di una specifica copertura assicurativa, la mancanza di un titolo specifico che abiliti alla guida dei mezzi e le situazioni che possono verificarsi sulla strada ed imputabili a condotte colpose dell’infermiere/autista". "Siamo vicini ai colleghi di Volterra che hanno scelto di dire basta a questa abitudine - ha concluso Massai –. È evidente che l’impiego degli infermieri come autisti non è più sostenibile non solo per lo svilimento della figura professionale ma per le sue possibili implicazioni civili e penali. Una questione nota alle istituzioni ma che ad oggi non è regolamentata la materia. Chiediamo ancora una volta che sia trovata al più presto una soluzione".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia municipale ha diramato le fotografie di quattro biciclette recuperate al fine di individuarne i proprietari per la restituzione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità