comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:35 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 24 novembre 2020
corriere tv
Lilli Gruber a Conte: «Ha mai sentito Mario Draghi?». E il premier non la prende bene

Attualità martedì 17 dicembre 2019 ore 17:34

Servono milioni per riparare la strada che frana

La Città metropolitana sta cercando le risorse per il ripristino complessivo del fronte di frana e per risolvere in maniera definitiva il problema



FIRENZE — E' stato avviato stamani l'intervento sulla Sp 34 e durerà una settimana. Movieri in azione nelle ore di maggiore intensità di traffico sulla Sp 34 "via di Rosano", all'altezza delle Gualchiere di Remole per aiutare gli automobilisti sulla strada che collega Pontassieve, Bagno a Ripoli e Firenze. Migliaia i pendolari che ogni giorno l'attraversano restando spesso bloccati nel traffico a causa di incidenti stradali e blocchi alla circolazione dovuti a frane e smottamenti del terreno. I pendolari sono allo stremo tanto che questa mattina se la sarebbero presa con i movieri chiamati a regolare il traffico.

L'intervento di ripristino avrà una durata di circa sette giorni, al termine dei quali la viabilità sarà riaperta in entrambi i sensi di marcia. Fino a quel momento, sarà assicurata la presenza di movieri per regolare il traffico a senso unico alternato nei momenti della giornata di massima intensità.

"Siamo riusciti ad avviare in maniera tempestiva l'intervento su questa strada che è tra le maggiori direttrici di collegamento tra la Valdisieve, il Valdarno e la città di Firenze, percorsa ogni giorno da migliaia di cittadini e pendolari" hanno detto i sindaci di Bagno a Ripoli e Pontassieve, Francesco Casini Monica Marini, consiglieri delegati della Metrocittà. "Allo stesso modo, siamo già al lavoro con i tecnici della Metrocittà per reperire quanto prima le risorse necessarie per il ripristino complessivo del fronte di frana e per risolvere in maniera definitiva il problema ed impedire in futuro nuovi smottamenti e cadute di materiali in carreggiata, a questo punto obiettivi primari della Città metropolitana". Casini e Marini hanno concluso sottolineando che "servono quasi tre milioni di euro, una cifra importante, e abbiamo già avviato un dialogo diretto con il Ministero dei trasporti e delle infrastrutture per raggiungere lo scopo in tempi brevi".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità