comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:20 METEO:FIRENZE-0°7°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Attualità giovedì 26 novembre 2020 ore 06:30

Scuole metropolitane, tre richieste per ripartire

I primi cittadini dell'area fiorentina hanno raccolto le richieste degli istituti scolastici ed avanzato tre proposte al ministro Azzolina



FIRENZE — I sindaci metropolitani hanno incontrato in videoconferenza la ministra per l'Istruzione Lucia Azzolina "Abbiamo parlato dell’importanza di riaprire le scuole superiori, con garanzie precise a tutela della salute” ha detto il sindaco Dario Nardella, nel suo ruolo di coordinatore delle Città metropolitane dell'Anci.

Nardella ha lanciato tre proposte alla ministra Lucia Azzolina “Risorse adeguate per il trasporto pubblico, test rapidi per tutti sul modello della sperimentazione avviata a Firenze e scaglionamento degli ingressi”.

Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato il piano territoriale dell'offerta formativa e del dimensionamento della rete scolastica per l'anno scolastico 2021/2022. Il Piano è stato illustrato dalla consigliera Patrizia Bonanni, che ha la delega alla programmazione della rete scolastica. "Abbiamo accolto le proposte pervenute dagli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado del territorio, attribuendo un ordine di priorità in attuazione degli elementi definiti dagli indirizzi regionali", ha detto Bonanni spiegando poi che solo alcune (vedere allegato). 

Tra le necessità di aumentare le classi e redistribuire la didattica c'è anche una richiesta che accomuna gli istituti è di coniugare l'offerta scolastica con l'obiettivo di ridurre il pendolarismo e dare priorità ai corsi serali.

Il Piano è stato approvato con i voti del Pd e l'astensione del Centrodestra per il cambiamento e di Territori beni comuni.

Il consigliere Paolo Gandola del Centrodestra per il cambiamento ha focalizzato l'attenzione sul rapporto tra crescita della popolazione e offerta scolastica, con punte di criticità nella Piana mentre Enrico Carpini dei Territori beni comuni ha auspicato la creazione di un nuovo istituto a Campi Bisenzio ed il consigliere delegato per l'ediliza scolastica nella Piana, Sandro Fallani, ha puntualizzato che è in corso la progettazione preliminare di un nuovo istituto.



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità