Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:39 METEO:FIRENZE13°23°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trento, fischi e striscioni degli ambientalisti contro Salvini. Il ministro: «Voi volete le auto elettriche prodotte in Cina dove bruciano il carbone»

Lavoro venerdì 30 giugno 2023 ore 09:01

Ristorazione, posti vacanti a studenti apprendisti

Gli studenti iscritti alle classi seconde, terze e quarte, potranno lavorare e ricevere uno stipendio in una delle attività di Firenze associate a TNI



FIRENZE — Da settembre gli studenti delle classi seconde, terze e quarte potranno iniziare a lavorare in apprendistato duale nelle imprese associate a TNI, è quanto prevede l'accordo siglato tra TNI Ristoratori Italia e istituto alberghiero Buontalenti contro la mancanza di personale: 1.700 i posti vacanti nella ristorazione.

TNI Ristoratori Italia, sindacato che tutela le imprese della ristorazione e ricettività, e l'istituto alberghiero Bernardo Buontalenti di Firenze grazie ad una particolare forma di apprendistato, chiamato 'duale', prevista nel nostro Paese dal 2015, ma ancora poco conosciuta, a partire dall'anno scolastico 2023/2024, gli studenti iscritti alle classi seconde, terze e quarte, potranno contemporaneamente lavorare (e ricevere uno stipendio) in una delle attività di Firenze associate a TNI.

L'apprendistato duale 

E' una tipologia di contratto che prevede che il minorenne, per un massimo di quattro anni, possa studiare per prendere il diploma e contemporaneamente iniziare a lavorare come apprendista in un'azienda. Diversamente dall'alternanza scuola-lavoro, l'apprendistato duale è retribuito.

“Si tratta di una tipologia di apprendistato utilizzata molto in Germania, ma ancora poco in Italia”, spiega Maria Francesca Cellai, preside dell'istituto alberghiero Buontalenti, che dal 1988 offre percorsi di studio e formazione volti a creare figure professionali nei settori ristorativo, alberghiero e turistico. “Stiamo sensibilizzando e informando su questa possibilità che è un vantaggio sia per lo studente, che sarà formato anche sul campo e che spesso, dopo l'apprendistato e una volta diplomato, viene subito assunto, e per l'azienda stessa, che ha degli sgravi fiscali e può iniziare a formare il ragazzo già quando ancora è sui banchi di scuola. Inoltre, come ci insegna la nostra esperienza, è uno strumento importante per contrastare la dispersione e l'abbandono scolastico, con i ragazzi che sono incentivati perché il loro carico di studio si alleggerisce, affiancato da ore di lavoro, e perché in azienda sono retribuiti”.

“Ormai la carenza di personale è diventato un problema strutturale. Solo a Firenze, secondo i dati relativi a maggio 2023 del sistema informativo Excelsior, ci sono 1.700 euro posti vacanti nel settore della ristorazione, con una difficoltà di reperimento che sfiora il 71%. Per questo abbiamo voluto stringere questo accordo con l'istituto Buontalenti, auspicando che faccia da apripista per altre intese di questo tipo con altre scuole sul territorio fiorentino, toscano e nazionale e in particolare con le università, utilizzando in questo caso l'apprendistato di 'alta formazione, in modo da riuscire a sopperire anche alla mancanza di figure di alto livello che lavorano nel nostro settore, quali food&beverage manager e capi ricevimento, “, sottolinea Raffaele Madeo, ristoratore fiorentino e presidente nazionale di TNI Ristoratori Italia”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno