Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:FIRENZE20°29°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Cronaca venerdì 09 agosto 2019 ore 17:30

Pedofili annidati nel web, picco di adescamenti

In due mesi quattro casi di ragazzini tra 13 e 16 anni agganciati in chat con il pretesto dei giochi online. Due degli adescatori sono toscani



FIRENZE — La pedopornografia online è un fenomeno in crescita, insidioso e annidato dietro facciate per lo più innocue e rassicuranti. A lanciare l'allarme è il compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Firenze che spiega di aver registrato un numero crescente di casi di adescamento di cui fanno le spese i minorenni. In soli due mesi sono stati quattro i casi registrati di ragazzini e ragazzine tra i 13 e i 16 anni agganciati su internet da adescatori, generalmente trentenni. Tutti sono stati individuati, due di loro sono toscani.

Il veicolo più frequente usato dai pedofili del web è quello dei giochi online caricati su piattaforme che ogni giorno contano milioni di utilizzatori. La tecnica è semplice e qui occorre essere particolarmente accorti: intavolare una conversazione su una chat di gruppo per guadagnarsi la fiducia delle potenziali vittime e poi tendere la trappola che generalmente consiste nell'offerta di aggiornamenti dei giochi, per esempio nella grafica. In cambio, vengono chieste foto di nudo degli interlocutori minorenni. 

A far scattare le indagini sono state le denunce dei genitori che hanno letto le conversazioni in chat sui cellulari dei figli. L'accusa ipotizzata per i quattro indagati è adescamento di minorenni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio innescato da una lite per antiche ruggini, poi degenerata. La vittima è rimasta ferita, il suo aggressore è stato denunciato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità