QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10°10° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 12 novembre 2019

Attualità giovedì 05 settembre 2019 ore 10:25

Multe salate per salvare la vita ai passanti

Il nuovo dispositivo di controllo posizionato su un incrocio urbano ha suscitato immediate reazioni di protesta da parte degli automobilisti



FIRENZE — L'amministrazione fiorentina ha installato un nuovo dispositivo di controllo del tipo vista - red con l'obiettivo di educare i cittadini al rispetto del Codice della Strada. La telecamera che sanziona chi oltrepassa la lo stop quando il semaforo è rosso è stato acceso su un incrocio che ha registrato un incidente mortale, tra via Poliziano e via Lorenzo Il Magnifico nei pressi del viale Milton alla Fortezza da Basso.

"Avevamo preso un impegno con i familiari di Matteo Ciappi, travolto e ucciso da un'auto che non rispettò il semaforo rosso. E oggi il dispositivo è stato attivato" ha commentato l'assessore Stefano Giorgetti. 

"Oggi sono 4 anni dal terribile schianto che travolse Matteo (non lo chiameremo mai incidente: è un omicidio). E per questa ricorrenza finalmente c'è la telecamera per la rilevazione delle infrazioni semaforiche all'incrocio maledetto" è il messaggio affidato ai social da parte della famiglia del giovane deceduto nel 2015.

Il dispositivo ha fatto storcere la bocca a qualche automobilista che sui social ha criticato l'operazione che sarebbe mirata a produrre "nuove entrate per le casse comunali". Ed altri commenti di tenore simile non sono mancati sotto i post di articoli locali che hanno riportato la notizia del nuovo impianto di controllo.

Le Associazioni dei familiari di vittime della strada si sono dette soddisfatte dell'intervento, ma ancora una volta hanno dovuto accusare le reazioni di quegli automobilisti che sembrano incapaci di inquadrare il "problema sociale" che vede nella scarsa disciplina alla guida una "minaccia di morte" per tutti gli utenti della strada. 

La necessità di dover inserire elementi di correzione come autovelox o vista - red è significativo della scarsa propensione al rispetto del prossimo e tra i fiorentini che hanno colto la bontà dell'iniziativa non è mancato chi è tornato a chiedere più controlli sugli attraversamenti sprovvisti di segnalatore semaforico, lasciati quindi al totale arbitrio degli utenti della strada. 



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità