QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 gennaio 2020

Attualità giovedì 24 dicembre 2015 ore 12:12

Mai più vittime in via Sestese

In una settimana si sono verificati 2 incidenti gravi, di cui uno mortale quello nel quale ha perso la vita Lorenzo Donati. Al via una raccolta firme



FIRENZE — La strada che collega Firenze a Sesto Fiorentino è stata più volte triste scenario di incidenti anche mortali. L’ultimo ha scosso un’intera cittadinanza con la morte del 27enne di Calenzano Lorenzo Donati. 

Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo al Dona, come lo chiamavano tutti gli amici. Tifoso fin da bambino della Fiorentina, è stato ricordato domenica dalla curva Fiesole con striscioni e cori ed è stato salutato anche dai giocatori viola prima della partita contro il Chievo.

E saranno tantissimi alle 14.30 alla Pieve di San Martino per dare l'ultimo saluto a Lorenzo.

In molti sono convinti che una della cause dei molti incidenti possano essere i birilli che dividono la corsia di transito da quella preferenziale per autobus e mezzi di soccorso, birilli che potrebbero trarre in inganno gli automobilisti.

Per questo sul web è partita una petizione dal nome Mai più vittime in via Sestese indirizzata al Comune di Firenze. 

I promotori della raccolta firme, Castello channel, scrivono: "Chiediamo un intervento tempestivo da parte delle istituzioni, per evitare che possano accadere altri episodi del genere. I fiorentini sono stufi di correre rischi quotidiani su una strada ormai tra le più pericolose. Si intervenga immediatamente per chiarire la situazione e ripristinare l'ordine".

Questo il sito dove è possibile firmare la petizione: https://www.change.org/p/comune-di-firenze-mai-più-vittime-in-via-sestese



Tag

Salvini nell'anteprima di «Porta a Porta», l'inserto senza contraddittorio a pochi giorni dalle elezioni regionali

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca