comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21°27° 
Domani 23°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 05 agosto 2020
corriere tv
Lo straordinario ritorno delle tartarughe Caretta Caretta in Cilento

Attualità martedì 07 luglio 2020 ore 11:26

Lutto nel giornalismo toscano, è morto Pino Rea

Pino Rea

Ex presidente dell'Associazione Stampa Toscana, è stato uno dei cronisti di giudiziaria di punta negli anni delle inchieste sul "Mostro" di Firenze



FIRENZE — E' morto a 76 anni il giornalista Pino Rea, era stato presidente dell'Ast Toscana e del Gruppo cronisti. E' stato il presidente dell'Associazione Stampa Toscana, Sandro Bennucci, a rendere nota la morte di Pino Rea "Era uno dei cronisti più capaci e stimati, protagonista di battaglie sindacali soprattutto per i diritti dei giornalisti in prima linea e dei meno tutelati. Ci mancheranno il suo slancio e la sua voglia di essere sempre al fianco dei colleghi in difficoltà". “Grande dolore per la scomparsa di un amico, di un collega e un maestro con cui ho condiviso lavoro e impegno sia nel sindacato che nell'Ordine - ha commentato Carlo Bartoli, presidente di Odg Toscana - Di Pino non dimenticheremo le tante battaglie, l'acume, l'intelligenza e la straordinaria umanità”.

Originario di Napoli, Pino Rea esordì nel giornalismo da giovanissimo. Nel 1975, a Firenze, fu redattore del quotidiano Il Nuovo e, subito dopo quella esperienza, diventò il primo corrispondente di Repubblica dalla Toscana, passando poi a Paese Sera e quindi all'Agenzia Ansa dove ha svolto gran parte della carriera. Corrispondente anche del quotidiano Il Giorno, grande appassionato di musica e teatro, Rea è stato uno dei cronisti di giudiziaria di punta negli anni delle inchieste sul "Mostro di Firenze" e sulle stragi mafiose del 1993, tra cui quella di via dei Georgofili che seguì per l'Ansa con uno scrupolo ed una professionalità che gli assicurarono il rispetto di investigatori e magistrati e l'ammirazione dei colleghi.

Oltre ad essere stato presidente dell'Ast è stato componente della Commissione contratto della Fnsi e del Comitato di redazione dell'Ansa. Ha ricoperto la carica di consigliere nazionale dell'Ordine dei giornalisti, fra i promotori di Lsdi (Libertà di stampa diritto all'informazione) e di Isf, Informazione senza frontiere. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Sport

Attualità