QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°17° 
Domani 13°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 24 ottobre 2019

Attualità lunedì 02 luglio 2018 ore 17:21

Tramvia linea 3, per il ministero nessun ritardo

In una nota il Mit ha spiegato di aver comunicato a Palazzo Vecchiola la possibilità di far partire i tram solo a metà luglio. Opposizioni all'attacco



FIRENZE — I tram della linea tra le fermate di Alamanni e Careggi sono fermi al palo e lo resteranno almeno per altri dieci giorni, quelli cioè richiesti dalla commissione sulla sicurezza del ministero il cui parere era atteso per il definitivo via libera alla tramvia. Ora in una nota, la presidenza della commissione spiega di aver detto "più volte" al sindaco di Firenze Dario Nardella "che i tempi tecnici non avrebbero permesso l'apertura il 30 di giugno, ma almeno intorno alla metà di luglio". In altre parole, nessun "ritardo anomalo" sull'avvio di esercizio della linea. Il 30 giugno era da tempo la data segnata di rosso sul calendario per l'avvio della linea.

"La Commissione sulla Sicurezza del Mit - si legge ancora - ha effettuato le prove tecniche sulla linea 3 della tramvia di Firenze dal 20 al 29 giugno, esattamente come previsto. L'esito è stato positivo, ma, dato che le simulazioni sono state fatte dai tecnici interni del gestore, come da consolidata prassi, la Commissione ha prescritto 10 giorni di pre-esercizio, in cui il tram viene fatto girare a vuoto per mettere a punto le procedure. Dunque non c''è alcun ritardo anomalo". Dopo questa fase di pre-esercizio, se non ci saranno problemi, arriverà il via libera per far salire a bordo i passeggeri. 

Il sindaco Dario Nardella, a sua volta, ha detto che la "decisione dei tecnici del ministero dei Trasporti" riguardo al pre-esrcizio "punta a ridurre il più possibile gli inconvenienti per il futuro".  "Quindi meglio qualche giorno in più ma con la ragionevole certezza che i fiorentini, gli utenti, avranno meno problemi e meno inconvenienti nell'usare la tramvia, piuttosto che fare forzature per finire prima, con il rischio di doversene pentire poi". 

Le opposizioni, però, hanno letto in modo diverso la comunicazione del ministero. "Quanto scritto dal Mit fa, finalmente, chiarezza sui tempi per la messa in esercizio della linea 3 della tramvia. Il sindaco Nardella come l'assessore Giorgetti sapevano quindi già da giorni che il 30 giugno la linea 3 della tramvia non sarebbe partita, allora perché hanno negato fino all'ultimo?", ha detto la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Arianna Xecalos.

Forza Italia, subito dopo la notizia dello slittamento dell'inaugurazione, aveva esternato per voce del capogruppo di Jacopo Cellai e del consigliere Mario Razzanelli: "Pronti in qualunque momento dicevano. Peccato che mancasse il pre-esercizio, che per la linea 1 è durato 50 giorni e che, mediamente, ha la durata di un mese".



Tag

Manovra, Fioramonti: "Sono preoccupato, risorse per la scuola sembrano poche"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cronaca

Attualità