Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Saviano: «De Luca non mi vuole al Festival di Ravello? Non c'è nessun problema: non vengo»

Attualità lunedì 12 settembre 2016 ore 10:41

L'arte del restauro nella palazzina di Michelucci

Esperti e architetti si danno appuntamento agli stati generali del restauro nel celebre edificio alla stazione di Maria Novella



FIRENZE — Non è un caso che la Palazzina Reale, uno degli edifici più celebri in Italia, sia stata scelta come sede degli stati generali del restauro sull'architettura moderna. Gli esperti del settore si riuniranno a partire dal 22 settembre fino al 5 novembre. Cinque gli incontri formativi in programma tra lezioni teoriche, un workshop e un laboratorio sulla stessa palazzina che ospita l'evento oltre che sulla centrale termica della stazione disegnata da Angiolo Mazzoni. 

A organizzare l'iniziativa “Il restauro dell'architettura moderna: come e perché” sono l'Ordine e la Fondazione degli Architetti di Firenze insieme ad Assorestauro, l'associazione italiana per il restauro architettonico, artistico e urbano nata nel 2005, con il sostegno di Rfi – Gruppo Ferrovie dello Stato. 

L'evento servirà a fare il punto sugli interventi di restauro e conservazione su edifici di architettura moderna. Un vertice a tutto tondo su metodo progettuale, pratiche diagnostiche, strumenti di azione, materiali e strutture. Il tutto con un occhio di riguardo per le tecnologie più avanzate. 

Tra gli ospiti compaiono tra gli altri Giovanni Carbonara, uno dei massimi studiosi e teorici del restauro architettonico, e l'architetto Mario Cucinella. 

“Il nostro Paese ha un patrimonio architettonico moderno di grandissimo valore – spiega il presidente dell'Ordine degli Architetti di Firenze Roberto Masini –Non solo opere del Razionalismo come il complesso della Stazione di Santa Maria Novella, dove non a caso si concentra l'attività dei seminari, ma anche molte opere sperimentali del Dopoguerra come quelle di Savioli e Giorgini, solo per citarne alcune. Questa ricchezza oggi rappresenta una testimonianza fondamentale della cultura architettonica internazionale. Averne cura per conservarne i caratteri che ne determinano il valore non può prescindere da questa consapevolezza e dalla conoscenza degli strumenti adeguati per gli interventi di conservazione”.

“Considerato che molti capolavori di architettura moderna presenti in Italia, anche per questioni temporali, non risultano tutelati da alcun vincoli, è imprescindibile la preparazione del singolo professionista per una corretta conservazione – dice il presidente della fondazione architetti Firenze Tommaso Rossi Fioravanti - da molto la Fondazione lavora all'allestimento di questo importante corso di formazione, e per strutturarlo al meglio e fornire ai nostri iscritti gli strumenti più adeguati ci siamo avvalsi della collaborazione di un ente qualificato come Assorestauro”.

“Il percorso formativo – dice il presidente di Assorestauro Alessandro Zanini - è particolarmente importante perché riguarda un ampio patrimonio costruito italiano di epoca più recente. Penso ai numerosi esempi di architetture razionaliste o di epoca fascista, agli edifici che utilizzano il cemento armato e tanti altri materiali diversi da quelli del patrimonio storico più antico; a fronte di un riconosciuto valore testimoniale si pone la questione dell’intervento di restauro, o almeno di manutenzione”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso finisce in Consiglio comunale. "Troppi tavolini e pochi posti auto" hanno denunciato i consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Arte

Attualità

Attualità