Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE17°24°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Carpi, tromba d'aria si abbatte sull'aeroporto: aerei ultraleggeri distrutti

Attualità giovedì 06 maggio 2021 ore 21:01

Sosta pipì all'abete di Penone e la foto del cane è virale

L'immagine che immortala un cane ai piedi dell'opera contemporanea installata in piazza della Signoria è diventata virale nel giro di poche ore



FIRENZE — Tutti ne parlano, è diventata protagonista dei social. L'immagine che ha suscitato ilarità sul web provocando immediate reazioni e condivisioni ritrae un cane ai piedi dell'abete di Giuseppe Penone, l'opera d'arte contemporanea installata in piazza della Signoria in omaggio all'Alighieri ed alla sua Commedia Divina.

L'autore della foto esclama "L'immagine è diventata virale senza volerlo". E alla domanda su cosa abbia pensato quando quel cane è passato risponde "Posso solo dire che tutto questo è arte! Dall'installazione di Penone al cane, dalla foto ai commenti su Facebook, dalle tantissime condivisioni alle risate generali... Tutto quello che sta succedendo è arte! Qui c'è un po' di Dadaismo, di Futurismo, di performance uniche alla Fluxus, di Pop...". Tiene poi a precisare "il cane non è mio...". Chiudendo con "Ci sarà una sorpresa. Forse...".

"E' un fotomontaggio" "E' addestrato" "Ha capito tutto". Verità o finzione, realtà più o meno virtuale ed illusionismo, in ogni caso un grande ritorno di attenzione per l'installazione che ha fin da subito animato lo spirito toscano e fiorentino dello scherno e della satira segue il solco tracciato da altre opere contemporanee esposte sulla piazza principale di Firenze.

"Più brutto dello Spelacchio. Rinsecchito che proprio non si può guardare" così aveva detto il noto critico, Vittorio Sgarbi. Eppure l'opera è un omaggio a Dante Alighieri per il 700° anniversario dalla morte, inaugurata nel Dantedì dal sindaco di Firenze e dal direttore della Galleria degli Uffizi. Eike Schmidt non solo aveva previsto le critiche e lo scherno ma le ha quasi "provocate" citando i grandi maestri del Rinascimento che con le loro opere si son dati battaglia sulla piazza fiorentina, a rime di sfottò.

Penone è considerato uno dei maggiori artisti contemporanei esponenti dell'arte povera che "Abete" rappresenta con i suoi rami a spirale fino a 20 metri da terra.
 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Spopola il post dell'Abate Bernardo. Fino a 45 chilogrammi di miele, tanto potranno produrre le 90mila api in alta stagione sul colle di San Miniato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità