Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:FIRENZE13°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità venerdì 04 dicembre 2020 ore 14:46

Consigli per evitare di cadere nelle truffe online

Si rischiano furti da 300 fino a oltre 60.000 euro. Per questo la polizia ha diramato alcuni consigli per evitare di cadere nelle trappole sul web



FIRENZE — Nelle ultime settimane sono aumentate le frodi informatiche, è quanto ha reso noto la polizia che ha diramato una allerta invitando a seguire alcuni consigli utili per evitare di cadere preda dei truffatori.

I cittadini ricevono delle comunicazioni che sembrano provenire da banche, enti o istituti di credito, che invitano ad accedere al proprio conto on-line mediante un web-link.

Lo “smishing” in particolare si concretizza attraverso SMS che si collocano in coda ad altri messaggi autentici e contengono link di rinvio a pagine di phishing dove l’utente, ritenendo di operare sulla pagina veritiera, è indotto ad inserire le proprie credenziali consegnando così i propri dati ai cyber-criminali.

Il “vishing” invece consiste nel contattare la potenziale vittima tramite una chiamata telefonica nella quale un finto operatore, attraverso raggiri ed argomentazioni capziose, la persuade a fornire i codici.

Come difendersi da queste frodi?

"I cittadini devono sapere che i numeri verdi per loro natura sono numeri che funzionano in ricezione e non vengono utilizzati per effettuare chiamate in uscita. Anche i numeri territoriali assegnati agli enti o istituti possono essere dissimulati quindi nel dubbio è meglio concludere la chiamata e telefonare direttamente alla propria filiale-succursale. Nessuno richiede i dati di accesso al proprio conto via email o via SMS e, in caso di ricezione di simili richieste, è bene non rispondere mai, non cliccare sui link sospetti contenuti nelle email o SMS e non inserire le informazioni richieste. Qualora si sia caduti nella trappola fornendo i propri dati, contattare immediatamente il numero verde clienti e bloccare l’accesso al conto ed eventuali pagamenti fraudolenti già effettuati. In autonomia si può procedere immediatamente al cambio della password per accedere al conto. Nel caso si siano forniti codici dispositivi necessari per utilizzare l’applicazione installata sul proprio telefono, riutilizzare immediatamente l’applicazione: in questo modo verrà inibita la possibilità al truffatore di utilizzarla".

I consigli delle forze dell'ordine in sintesi

 Non “cliccare” sui link inviati tramite e-mail o sms sospetti. Verificare sempre l’autenticità della pagina delle banche, enti, o istituti. Non fornire alcuna credenziali di accesso/codice otp via telefono o sms. Effettuare la scansione del dispositivo con un antivirus aggiornato.

- Modificare le credenziali di accesso ai servizi on-line in caso di accessi sospetti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I candidati ritenuti idonei saranno chiamati ad affrontare le prove fra test, guida e colloquio. Tutti i dettagli per presentare la domanda
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità