Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:04 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Di Maio: «Non giochiamo a bruciare i nomi»

Attualità lunedì 15 novembre 2021 ore 18:16

I cittadini a Nardella: "Stop alla mala-movida"

Il coordinamento dei residenti del centro storico ha inviato al primo cittadino una lettera con 6 punti da affrontare per superare i disagi



FIRENZE — Il gruppo di coordinamento dei residenti del centro storico di Firenze ha inviato al sindaco Nardella una lettera con 6 punti per contrastare la mala-movida.

Nel lungo documento invito al sindaco il coordinamento mette in evidenza "l’aggravamento del fenomeno della mala-movida con ripercussioni di forte invivibilità, degrado e limitazioni dei diritti fondamentali dei residenti, costellati anche da episodi di violenza e minacce" e sottolinea un "aumento delle emissioni acustiche, occupazioni di marciapiedi tali da costituire vere e proprie barriere architettoniche per il passaggio di disabili".

La lettera prosegue evidenziando "la mancanza di programmazione, controlli e sanzioni per quanto riguarda la sistematica occupazione dei posti auto riservati ai residenti, la mancata individuazione di aree di sosta alternative per i residenti a compensazione di quelle sottratte dai tavolini, la saltuarietà dei controlli sulla guida in stato di ubriachezza e/o alterazione dovuta ad altre sostanze, l’insufficienza dei controlli e delle sanzioni per l’infrazione del divieto di somministrazione e vendita di alcolici ai minorenni e di somministrazione a persone in stato di alterazione alcolica

Questi i 6 punti della lettera:

1- Tavolini. "I comitati dei residenti del centro storico, uniti nel sottoscrivere questo documento, dicono basta a questa invasione gratuita e senza regole! Noi chiediamo:

- che sia ripristinata la situazione pre-pandemica in materia di concessione di suolo pubblico sia per quanto riguarda gli spazi, sia per quanto riguarda il pagamento di tale concessione

- che tutti i marciapiedi siano lasciati liberi da qualsiasi occupazione privata"

2- Diritto al riposo. "La tutela del diritto al silenzio nelle ore notturne e il diritto al tempo libero e delle attività commerciali anche nelle ore serali devono trovare soluzioni sostenibili per tutti, cosa che nel centro della città, trasformato nel luna park mondiale dello svago e del divertimento, non accade.

3 - Divieto di somministrazione di bevande e contrasto allo spaccio di stupefacenti. La cronaca, i numeri del pronto soccorso e dei Serd parlano chiaro: vi è un costante aumento di abuso di alcolici e sostanze da parte di persone sempre più giovani con dipendenze dalle quali è difficilissimo liberarsi (senza contare i costi altissimi per tutta la collettività dei percorsi di uscita dalla dipendenza). Noi chiediamo:

- che vi siano costanti controlli e pesanti sanzioni fino al ritiro della licenza per chi infrange il divieto di somministrazione e vendita di bevande alcoliche a minori e a persone già in stato di alterazione 

- che dopo le 22 nel centro storico sia vietato il consumo di bevande fuori dai locali, compresi gli spazi esterni di loro pertinenza

- che vi siano azioni costanti e coordinate tra forze dell’ordine, Prefettura e Magistratura per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti

- che sia posto un limite all’offerta al ribasso di alcolici e happy hours da parte dei locali, talida favorire l’abuso di alcolici

4 - Delimitazioni. Visto i risultati soddisfacenti ottenuti sul sagrato di Santo Spirito con il perimetro delimitato, controllato da telecamere e pattugliato dalle forze dell'ordine, si conferma la necessità di porre in essere le proposte fin qui fatte per prevenire le cause della mala movida e gli assembramenti molesti e incivili nel centro storico. Noi chiediamo:

- che tale tipologia di provvedimento con telecamere e controlli ad hoc venga esteso a tutti i luoghi sotto attacco dei comportamenti irrispettosi, sconsiderati o degenerati della mala movida alcolica, come tutti i sagrati delle chiese del centro storico quali Santa Croce, Sant’Ambrogio, il Carmine, San Lorenzo oppure luoghi come piazza Pitti o zone di San Niccolò o di San Lorenzo

5 - Estensione della Ztl anche alle ore serali

6 - Lotta al degrado ambientale


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminata la realizzazione delle travi di fondazione con i pali posizionati in verticale, a seguire la realizzazione dell’armatura per i pilastri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca