comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
«Se mi riprendi ti butto a mare»: troupe Rai minacciata con spintoni e calci sul lungomare di Bari

Attualità martedì 11 febbraio 2020 ore 13:24

Gratis nei musei con l'Elettrice Palatina

Al volere di Anna Maria Luisa de' Medici si deve la permanenza dei tesori culturali riuniti dalla famiglia in tre secoli di egemonia sulla Toscana



FIRENZE — Firenze ricorda Anna Maria Luisa de' Medici in Palazzo Pitti, Palazzo Medici Riccardi e Villa La Quiete in occasione dell'anniversario della morte, ultima del ramo granducale dei Medici, il Comune di Firenze, la Città Metropolitana di Firenze e Mus.e - grazie alla collaborazione con le Gallerie degli Uffizi e con il Sistema Museale dell'Ateneo fiorentino hanno organizzato tre iniziative speciali. Martedì 18 e sabato 22 febbraio.

A Palazzo Pitti, in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, nella scenografica Sala del Fiorino, l'incontro avrà luogo martedì 18 febbraio alle h15, alle h16 e alle h17; a Palazzo Medici Riccardi sabato 22 febbraio h10.30 e h11.30; a Villa La Quiete, in collaborazione con il Sistema Museale dell'Ateneo fiorentino, il pomeriggio di sabato 22 febbraio, come momento conclusivo delle visite guidate (gratuite) al complesso previste alle h14.30, h15.30, h16.30.

L'Elettrice Palatina così chiamata per aver preso in sposo l'Elettore Palatino Johann Wilhelm von Pfalz-Neuburg è cruciale nella storia della città di Firenze, con profonde ripercussioni anche oggi: è al suo volere illuminato che dobbiamo la permanenza dei tesori culturali riuniti dalla famiglia in tre secoli di egemonia su Firenze e sulla Toscana, trasferendo fino a noi la responsabilità di una corretta e piena fruizione di « [.] Gallerie, Quadri, Statue, Biblioteche, Gioje ed altre cose preziose [.]». La Convenzione da lei siglata con i successori Lorena, più nota come Patto di Famiglia, include infatti all'articolo III - nel passaggio di proprietà - una precisazione dirimente: « [.] a condizione espressa che di quello è per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri, e non ne sarà nulla trasportato e levato fuori dalla Capitale e dello Stato del Gran Ducato».

Primo fra tutti Palazzo Pitti, dove l'Elettrice soggiorna prima nella sua giovinezza e poi dal 1717, dopo una parentesi di ventisei anni trascorsi a Düsseldorf, portando nei suoi appartamenti - così come in città - il raffinato gusto dell'arte coltivato già in Germania. Poi Palazzo Medici Riccardi, nella Galleria delle Sculture di età riccardiana, più nota come Limonaia, straordinariamente aperta al pubblico. Infine a Villa La Quiete, sede del Conservatorio delle Minime Ancille della SS.ma Trinità (dette Signore Montalve), di cui l'Elettrice assume il patronato sin dal 1717 e in cui si ritirerà poi per alcuni lunghi periodi, promuovendo altresì intensi lavori di ampliamento e rinnovamento.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e su prenotazione (fino a esaurimento posti). La partecipazione all'incontro non comprende l'ingresso a Palazzo Pitti e a Palazzo Medici Riccardi, il cui eventuale accesso resta a pagamento. Nella giornata del 18 febbraio è invece gratuito per tutti l'accesso a Palazzo Medici Riccardi, così come in tutti i Musei Civici Fiorentini.

Martedì 18 febbraio per l'occasione si segnala l'ingresso gratuito nei seguenti Musei Civici Fiorentini e Palazzo Medici Riccardi - Palazzo Vecchio h9.00-19.00 e Torre h10.00-17.00 - Museo Novecento h11.00-19.00 - Santa Maria Novella h9.00-17.30 - Cappella Brancacci h10.00-17.00 - Fondazione Salvatore Romano h10.00-17.00 - Museo del Bigallo visite accompagnate su prenotazione (tel. 055/288496) ore 10.00, 12.00, 15.00 - Museo Stefano Bardini h11.00-17.00 - Palazzo Medici Riccardi h9.00-19.00



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità