QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15°27° 
Domani 14°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 21 settembre 2019

Attualità venerdì 06 settembre 2019 ore 13:35

"Giù le mani dalla rivoluzione" sul Ponte Vecchio

Lo striscione è stato calato dal ponte seguito da alcuni slogan di protesta contro le industrie ed il mercato internazionale degli armamenti



FIRENZE — Nelle giornate internazionali di mobilitazione della campagna RiseUp4Rojava, a Firenze è stato calato uno striscione da Ponte Vecchio con scritto “Giù le mani dalla rivoluzione”, mentre gli studenti gridavano dal ponte “Leonardo-Finmeccanica fabbrica di morte”. 

"Mentre in Consiglio Comunale si approvano mozioni per intitolare una strada al partigiano Lorenzo Orsetti, caduto martire combattendo per difendere la rivoluzione in Rojava dagli attacchi di Turchia e ISIS, sul nostro territorio continua indisturbata la produzione di armi Leonardo-Finmeccanica s.p.a., di cui lo stato italiano detiene il 30,2% delle azioni. Mentre ad Ankara vengono architettati piani per distruggere la rivoluzione in Kurdistan e in Siria, le industrie belliche e le banche europee, russe e statunitensi ogni giorno diventano più ricche come conseguenza diretta della guerra in Medio Oriente. Si fanno profitti che costano centinaia di migliaia di vite umane. La guerra contro il movimento e i popoli rivoluzionari in Turchia, in Kurdistan e in tutto il Medio Oriente inizia sulla nostra porta di casa. Inizia nelle fabbriche di armi, nelle banche, nelle sedi dei partiti politici, nelle conferenze e nelle riunioni dei governi ipocriti e della NATO. La nostra risposta è la solidarietà con la Rivoluzione confederale del Rojava e la lotta contro il fascismo turco e contro il sistema che ci opprime" recita la nota diramata dalla Iniziativa Antagonista Metropolitana.



Tag

Regionali Umbria, Di Maio: «No ai partiti nella futura giunta»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità