QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 19°33° 
Domani 21°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 giugno 2019

Attualità sabato 09 marzo 2019 ore 10:02

Fiorino d'oro all'Arma dei Carabinieri

Giovanni Nostri

La cerimonia a Palazzo Vecchio. L'onorificienza consegnata dal sindaco Nardella al comandante generale Giovanni Nistri



FIRENZE — Il sindaco Dario Nardella ha consegnato il Fiorino d'oro, massimo riconoscimento cittadino, al comandante generale dell'Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri.

La decisione di conferire il riconoscimento all'Arma è stata messa in discussione nei giorni scorsi da alcuni rappresentanti dell'opposizione e della società civile alla luce di episodi drammatici avvenuti proprio a Firenze e dei conseguenti procedimenti giudiziari,  uno a carico di due carabinieri accusati di aver violentato due studentesse americane durante un turno di pattuglia e l'altro, concluso pochi mesi fa in Cassazione, a carico di altri quattro militari per la morte dell'ex calciatore della Fiorentina Riccardo Magherini (vedi qui sotto gli articoli collegati). Ma il sindaco Dario Nardella ha deciso di andare avanti.

Interpellato in proposito dai cronisti, il generale Nistri ha sottolineato l'importanza di prendere atto "che chi cade nel fango non sporca solo se stesso ma infanga tutti".

"Siamo determinati nel perseguire le mancanze - ha dichiarato Nistri - quando è possibile giuridicamente farlo e amministrativamente sostenerlo". Facendo riferimento alla vicenda delle studentesse americane, Nistri ha ricordato che "proprio a Firenze sono stati presi provvedimenti draconiani grazie a una novità legislativa che ha consentito all'Arma di procedere nei confronti di chi aveva sbagliato".

In merito invece alla decisione di avvalersi della facoltà di non rispondere assunta ieri da alcuni carabinieri  coinvolti nel processo-bis sulla tragica vicenda di Stefano Cucchi, Nistri ha affermato che "tutte le determinazioni che potremo adottare in quel dolorosissimo caso saranno adottate nel momento in cui l'Autorità giudiziaria avrà fatto piena chiarezza sulle posizioni dei singoli".

Qui sotto la motivazione ufficiale del conferimento del Fiorino d'oro all'Arma dei Carabinieri:

“L’Arma dei Carabinieri, presente nel capoluogo toscano sin dal 1861 con la formale costituzione della “6^ Legione Territoriale dei Carabinieri”, rappresenta il punto di riferimento delle istituzioni al servizio della collettività, con le sue molteplici funzioni volte a garantire la sicurezza della città di Firenze.

Il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, costituito nel 1995 a Firenze, negli anni ha raggiunto prestigiosi risultati recuperando in tutto il mondo più di mille beni culturali di inestimabile valore sottratti nel capoluogo toscano, tra cui armature ed armi asportate negli ultimi anni dal Museo Stibbert ed al Comitato del Calcio Storico Fiorentino, nonché migliaia di reperti archeologici ed opere false.

La Scuola Marescialli e Brigadieri, presente dal 1919, è da sempre parte integrante della città avendone condiviso ogni avvenimento, tanto da essere stata in prima linea nelle operazioni di soccorso in occasione dell’alluvione del 4 novembre 1966, con circa 700 Allievi Sottufficiali che, proprio grazie al loro efficace intervento, entrarono a far parte della numerosa schiera degli “Angeli del fango”.

Il 6° Battaglione Carabinieri “Toscana”, anch’esso istituito nel 1920, annovera tra i suoi militari il Brig. (ora Maresciallo) Giuseppe Giangrande che, unitamente al Car.Sc.(ora Appuntato Scelto) Francesco Negri, durante un servizio di Ordine Pubblico nei pressi di Palazzo Chigi, il 28 aprile 2013, sono stati gravemente feriti con colpi di pistola riportando gravissime lesioni, anche permanenti. Per tale atto sono stati entrambi decorati con la Medaglia d’Oro al Valor Civile.

La capillare presenza dell’Arma territoriale, in tutto il Comune di Firenze, che si sostanzia in un Comando Provinciale, due Compagnie e undici Stazioni Carabinieri, garantisce il controllo diuturno del territorio e la sicurezza dei cittadini e dei milioni di turisti che affollano, in ogni momento dell’anno, il capoluogo toscano.

La massima e più prestigiosa onorificenza della città di Firenze è consegnata al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Gen.C.A. Giovanni Nistri, profondamente legato alla città anche per aver ricoperto l’incarico di Comandante Provinciale e Comandante della Legione”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità