comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:36 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 21 ottobre 2020
corriere tv
Coprifuoco in Lombardia, la rabbia dei ristoratori: il video della protesta

Imprese & Professioni venerdì 24 giugno 2016 ore 10:00

Caccia al bomber: il riscatto di una stagione

Spesso gli Europei sono l’occasione di rivincita per chi durante l’anno è rimasto ai margini



FIRENZE — Sono partiti gli Europei e con loro il toto-scommesse su chi sarà il principe dei cannonieri di questa edizione. Quasi tutti i maggiori protagonisti stanno mancando all’appuntamento, come non poco spesso avviene dopo una stagione massacrante soprattutto per i top player che arrivano a fine annata con 50 partite ed oltre nelle gambe.

Muller, Kane, Mandzukic, Hazard, Lewandoski ed Ibrahimovic sono solo alcuni dei protagonisti più attesi alla vigilia, ma sono ancora a secco nel tabellino: due reti per Ronaldo, solo una rete invece per un Vardy usato col contagocce, Giroud o Griezmann. Insomma, i maggiori nomi devono ancora esplodere, molti dei quali con una sola partita rimasta per non chiudere la kermesse continentale fra rimpianti e delusioni. Tutti tranne uno, Gareth Bale.

Il gallese, assieme alla sua Nazionale giunta sorprendentemente prima in un girone non facile, sta dimostrando tutta la sua forza spesso messa da parte da media ed esperti del settore in un Real Madrid dove la figura di Cristiano Ronaldo offusca chiunque, compreso Mr.100 milioni. Con tre reti è lui il capocannoniere attuale e comunque vada la sua prossima stagione a Madrid partirà con un immagine ben diversa anche nei confronti di un pubblico ed una piazza che mai lo ha amato particolarmente nonostante le due Champions vinte, di cui una con reti decisive fra semifinale e finale.

Quest’Europeo, come dimostra una ricerca compiuta da Bwin sui bomber delle ultime edizioni, è l’ennesima dimostrazione di come la manifestazione continentale non sia lo specchio della stagione appena terminata, anzi, rappresenta l’occasione di riscatto per chi ha vissuto 10 mesi ai margini ed è in cerca di vetrina per l’anno venturo. Le edizioni passate sono state spesso l’emblema del riscatto, come Mario Balotelli capocannoniere nel 2012, o Milan Baros nel 2004, bomber sul viale del tramonto o a caccia di una ritrovata immagine e che riescono in manifestazioni brevi a far risaltare al meglio le loro qualità.

Euro 2016 sembra essere pienamente incline a questa tendenza, con i top player ancora nascosti e nuove leve in auge: su tutti Dimitri Payet, 29 anni ed una straordinaria stagione al West Ham che dopo un girone da stella nella Francia è ora cercato dal Real Madrid, disposto a mettere sul piatto oltre 50 milioni di euro. Lo stesso Morata, due gol e sempre titolare nell’attacco della Spagna, continua a far crescere l’interesse nei suoi confronti di mezza Europa.

Il favorito a questo punto resta Bale, visto anche l’alta possibilità del Galles di proseguire nella competizione almeno sino ai quarti di finale, potendo affrontare una delle migliori terze. Ma occhio alle sorprese, ci sono ancora 4 partite da qui alla fine ed un nuovo nome da scoprire.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità