Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:17 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, Donzelli (FdI): «La sinistra sta con lo Stato o con terroristi?». E in Aula scoppia il caos

Attualità venerdì 03 febbraio 2017 ore 18:10

Sollicciano cade a pezzi, il ministero accelera

Il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Maria Ferri ha visitato la casa circondariale per fare il punto sul programma delle ristrutturazioni



FIRENZE — Una visita scattata dopo la relazione del presidente della Camera penale di Firenze Luca Bisori in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario della Corte d'Appello di Firenze "che ha messo in luce numerose criticità". Queste le parole di Cosimo Maria Ferri, sottosegretario alla Giustizia, che ha visitato la casa circondariale di Firenze. 

"Ci tenevo a una verifica diretta delle condizioni della casa circondariale - ha detto Ferri - terremo monitoratala situazione e lavoreremo costantemente per migliorare questa struttura". "Sollicciano - ha poi aggiunto - è una struttura complessa che ha grandi potenzialità che possono essere sfruttate con investimenti importanti. Questa è la strada che stiamo seguendo e mi auguro che si possano presto trovare soluzioni più idonee nel rispetto della dignità umana di chi è recluso e del lavoro di chi opera all'interno per garantire sicurezza, trattamento efficace per il recupero di chi ha commesso reati". 

Nel dettaglio, questi gli interventi in programma. "Occorre anzitutto affrontare la situazione dei detenuti, in particolare ho rilevato urgenze nella sezione giudiziaria - ha spiegato il sottosegretario - servono interventi strutturali, un potenziamento del complesso e un'accelerazione dei lavori di ristrutturazione. Sono stati stanziati 2.700.000 di euro per interventi di manutenzione e adeguamento e stiamo ultimando le progettazioni. Si tratta di un finanziamento importante che conferma l''attenzione del Ministero verso questa realtà". 

Resta poi il problema della sicurezza "che deve passare per il miglioramento del sistema di videosorveglianza, attraverso l'istallazione di un impianto perimetrale di videomotion, e del sistema di automazione, mediante una postazione di controllo ottico che consenta di visualizzare le aree di passeggio dei detenuti e gli ambienti circostanti". Ci sono poi gli interventi che riguardano "l'ampliamento degli spazi trattamentali, il risanamento delle aree coperte più ammalorate, la ristrutturazione delle docce comuni e, infine, la sistemazione degli alloggi del personale con il rifacimento dei servizi igienici, le dorsali principali, le condotte di distribuzione e l'imbiancatura delle pareti".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Avrebbe percorso 3mila chilometri in meno di un mese, è quanto scoperto dai vigili urbani su un'auto sequestrata, non assicurata e senza revisione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità