comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 25°27° 
Domani 25°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 06 luglio 2020
corriere tv
Decreto rilancio, ecco le novità da sapere

Attualità mercoledì 27 maggio 2020 ore 11:31

Costi e ricavi della sanificazione obbligatoria

Confartigianato Imprese ha rilevato un aumento dei fatturati ed ha analizzato i costi della igienizzazione dei locali richiesta per l'emergenza Covid



FIRENZE — Con la seconda fase dell'emergenza sanitaria e l'obbligo di provvedere alla sanificazione degli ambienti, le aziende impegnate nella sanificazione professionale hanno registrato una crescita dei fatturati fino al 300 per cento con una coda polemica, sollevata dal Codacons, che ha denunciato prezzi alti applicati a questo tipo di prestazioni diventate obbligatorie.

Secondo i dati di Confartigianato Imprese Firenze, negli ultimi due mesi le aziende della sanificazione professionale hanno fatto fino a duemila interventi: nella prima fase, quella del lockdown, sono state impegnate a garantire la sicurezza sanitaria nelle attività strategiche che non si sono mai fermate (farmacie, Rsa, ambulatori) per poi allargare il raggio d'azione a tutti gli esercizi che via via hanno avuto la possibilità di ripartire, dagli studi professionali ai parrucchieri, passando per bar e ristoranti.

Le aziende campione individuate dall'associazione di categoria hanno segnato incrementi di fatturato che variano dal 120% al 280% nel bimestre marzo-maggio e, oltre ad allargare il tradizionale bacino di clienti, adesso stanno fornendo soluzioni anche per il medio-lungo termine, visto che le procedure di sanificazione sono destinate a rimanere in vigore ancora a lungo: si va dalla possibilità di affittare i macchinari e procedere in proprio alle operazioni di sanificazione (un'opzione valida per le grandi superfici, come i residence ad esempio) fino all'opportunità di acquistare le attrezzature.

Il costo delle operazioni di sanificazione infatti varia in base ai metri cubi da trattare: un prezzo “equo”, secondo le stime dell'associazione di categoria, può essere giudicato un euro al metro cubo fino a 300 metri cubi e 40 centesimi oltre i 300 metri cubi: “Serve un approccio etico – ha detto Confartigianato Imprese – che garantisca il dovuto guadagno alle aziende della sanificazione e non strangoli gli imprenditori che già fanno fatica a ripartire. Episodi come quelli denunciati dal Codacons con tariffe fino a 25 euro e metro cubo sono totalmente inaccettabili”.

Confartigianato Imprese sta lavorando ad un protocollo che offra ai propri associati anche la possibilità di acquistare le attrezzature a condizioni di vantaggio: beneficiando del credito fiscale del 60 per cento in 5 anni previsto dal Governo, con circa 5 mila euro è possibile comprare i macchinari necessari per sanificare in via continuativa un ufficio o uno spazio commerciale di 200 metri quadrati, garantendo in modo permanente un ambiente sano e protetto da polveri, particolato e virus sia ai lavoratori che ai clienti.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità