Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:35 METEO:FIRENZE18°32°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Attualità venerdì 13 marzo 2020 ore 09:13

​Coronavirus, Palazzo Vecchio gestito da casa

Il ricorso al lavoro agile ha trasferito molte funzioni sul computer di casa dei dipendenti comunali collegati tra loro attraverso i social



FIRENZE — Il Comune di Firenze sta gestendo l'emergenza Coronavirus attraverso un ricorso massiccio al lavoro agile, per tutti i dipendenti non impegnanti nelle attività indifferibili per i quali è necessaria la presenza sul posto di lavoro. 

Il simbolo della gestione della macchina amministrativa fiorentina da remoto è lo stesso sindaco, Dario Nardella, in isolamento domiciliare perché entrato a contatto con Nicola Zingaretti, il segretario del Partito Democratico risultato positivo al tampone per il Covid-19. Dopo Nardella anche l'assessore Tommaso Sacchi si è posto in auto isolamento di ritorno da una zona rossa (poi estesa a tutto il territorio "Italia zona protetta").

Attraverso whatsapp, skype e video chiamate sono state prese nelle ultime ore decisioni come le chiusure dei negozi e le chiusure dei parchi pubblici e l'attivazione delle videocamere di sorveglianza per verificare il rispetto delle direttive contro gli assembramenti e sulle distanze da mantenere nei rapporti interpersonali.

“Sono circa 1.800 i dipendenti che ad oggi sono a casa di cui la maggior parte continuano le loro attività da casa invece che dall’ufficio - ha spiegato l’assessore al personale e organizzazione Alessandro Martini -. Ringrazio gli uffici che in questi giorni sono al lavoro per riorganizzare la macchina amministrativa e consentire lo svolgimento dei servizi essenziali e al tempo stesso la tutela dei nostri lavoratori”.

Ogni direzione ha individuato le attività indifferibili indicando quelle che devono essere necessariamente rese con presenza fisica in sede/ufficio e quelle che invece possono essere garantite in modalità di lavoro agile. Per le prime viene determinato il contingente di lavoratori necessario e i singoli dipendenti possibilmente con il criterio di rotazione. Solo a questi è richiesta la prestazione lavorativa con presenza, per gli altri lavoratori scatta d’ufficio il lavoro agile straordinario. In caso di attività non “telelavorabili” si procede all’assegnazione delle ferie del 2019 e/o i recuperi delle ore di straordinario.

E' stata confermata la sospensione dei servizi comunali al pubblico eccetto che nei casi non indifferibili e urgenti. Per chiedere informazioni utilizzare telefono e/o e-mail, per le pratiche le modalità telematiche. Apertura garantita per alcuni sportelli solo su prenotazione.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli inquilini di uno stabile hanno chiamato la polizia sventando così un furto commesso da giovanissimi. Uno è stato bloccato, gli altri sono fuggiti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità