QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 21 novembre 2019

Attualità venerdì 03 novembre 2017 ore 14:57

Anonimo compra la casa del disabile e gliela cede

L'acquisto all'asta poi la cessione in comodato d'uso all'ex proprietario. Il benefattore senza nome, livornese, premiato con gli Scudi di San Martino



FIRENZE — Il valore morale dell'azione compiuta dall'anonimo benefattore livornese è stata giudicata meritevole del premio conferito dall'Istituto degli Scudi di San Martino. Ci sarà dunque anche lui tra i premiati che riceveranno il riconoscimento il prossimo 11 novembre a Firenze. 

L'edizione 2017 del premio è stata presentata oggi nel capoluogo toscano. L'istituto è stato fondato nel 1983 e la sua missione è quella di individuare e premiare chi si è distinto per impegno, spirito di sacrificio e coraggio a favore di deboli, bisognosi e persone in pericolo.

"Da trentaquattro edizioni gli Scudi di San Martino rappresentano una delle onorificenze più significative della nostra regione", ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, presentando oggi l'edizione 2017 del premio insieme al presidente dell'Istituto, Roberto Lupi. Gli Scudi, ha affermato Giani, "tengono alto il nome e la cultura della Toscana, sono il segno distintivo della solidarietà più vera".

A ricevere gli scudi in bronzo saranno poi il caporal maggiore capo dell'Esercito Giovanni De Riso che, libero dal servizio, è intervenuto per salvare una bimba di due anni rimasta nella culla all'interno di una casa in fiamme, il maresciallo capo Orazio Capalbo dell'Arma dei carabinieri che ha salvato quattro persone durante un'alluvione, la Fondazione Rimantas Kaukenas, Fondazione Charity Group della Repubblica di Lituania e Valerio Catoia, ragazzo con la sindrome di Down, che ha salvato dall'annegamento una bimba in uno stabilimento balneare di Sabaudia. Uno scudo in argento è stato assegnato poi alla memoria dell'architetto lussemburghese Gilbert Huyberechts, che si è prodigato per la cura delle persone autistiche. 

I diplomi di benemerenza sono stati assegnati al dottor Italo Paolini di Arquata del Tronto, specializzato in medicina generale, al primo maresciallo Pietro Cossalter dell'Esercito e al primo maresciallo Gennaro Esposito dell'Aeronautica Militare, che si sono prodigati nelle zone italiane colpite da terremoto. E ancora alla dottoressa Serena Padovani per il lavoro svolto a favore dei detenuti; all'Equipe Medicina d'Urgenza Ospedale di San Giovanni di Dio di Firenze, per la professionalità e la dedizione con cui svolgono il proprio lavoro e all'ispettore superiore della polizia penitenziaria Francesco Lisci, che è intervenuto fuori dal servizio per salvare la vita a una ragazza appena ventenne.



Tag

Quel giorno di 38 anni fa: la sfida tra la Ferrari di Villeneuve e un F 104

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca