QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 13°18° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 18 ottobre 2019

Attualità mercoledì 09 ottobre 2019 ore 16:54

​Città Metropolitana, Nardella detta l'agenda

Scuola, strade, lavoro, sicurezza, cultura e turismo, il programma di mandato nella prima seduta della nuova assemblea di Palazzo Medici Riccardi



FIRENZE — Seconda consiliatura per la Città Metropolitana di Firenze dove il sindaco Dario Nardella ha messo sul tavolo il Piano strategico 'Rinascimento metropolitano' con l'obiettivo di attuarlo completamente entro il 2030. Nardella ha illustrato all'assemblea le linee programmatiche di mandato.

Il sindaco metropolitano è intervenuto spiegando che "Nei cinque anni precedenti la Metrocittà ha razionalizzato la sua struttura, anche con sacrifici pesanti. Inaugurato un rapporto nuovo con la Regione Toscana, grazie alla conferenza unificata bilaterale. Si è potuto anche così marcare la specificità della Città Metropolitana, che non è la vecchia Provincia. Far crescere i servizi, semplificare la burocrazia, offrire un'idea omogenea del territorio metropolitano. Il bando periferie ha consentito di concretizzare lavori per 40 milioni di euro, grazie a un quadro chiaro di progetti e al lavoro collettivo di analisi, su infrastrutture importanti. La Metrocittà di Firenze è un ente sano a servizio dei Comuni. I sindaci ne sono in un certo senso gli azionisti. Fondamentale pertanto la relazione con la Conferenza dei Sindaci. C'è un obiettivo decisivo che è far crescere l'autonomia fiscale delle Città Metropolitane. Dunque avanti con il Piano strategico e avanti con l'edilizia scolastica, per il miglioramento dell'efficienza antisismica e l'incremento di quella energetica, la realizzazione del polo scolastico Meucci-Galileo a Firenze per oltre 2000 studenti, ampliamento del Ferraris ad Empoli, un nuovo edificio a integrare l'Elsa Morante Ginori Conti, una struttura di servizio per il Saffi.  Accanto alla scuole la gestione delle strade provinciali, per 1480 km, l'irrinunciabile realizzazione della variante di Grassina, la circonvallazione di Impruneta, il completamento della Sr 429 per la variante tra Empoli e Castelfiorentino, portando avanti su tutto il territorio il lavoro volto a prevenire il dissesto idrogeologico". 

In sintesi sono sei gli indirizzi strategici di legislatura: Mobilità, Scuole e istruzione, Assetto del Territorio e Ambiente, Cultura, Turismo, Sviluppo economico, Relazioni internazionali, Sicurezza e Sociale, Amministrazione efficiente e funzionale.

Nel dettaglio Nardella ha sottolineato "Circa la mobilità la Città metropolitana è impegnata nella redazione del Pums-Piano Urbano della Mobilità Sostenibile per attuare i principi dello sviluppo nel campo della mobilità. Il Pums è stato adottato ad agosto 2019 ed è attualmente in fase di consultazione in vista della valutazione ambientale strategica propedeutica all'approvazione definitiva. Si punta ad alleggerire l'utilizzo della rete stradale, a oggi ancora imponente nel territorio metropolitano, portando su ferro gli spostamenti grazie alla tramvia e un assetto ferroviario che liberi i binari di superficie per collegare il territorio, nonché a un incremento significativo della mobilità ciclistica. Piena attuazione delle tre visioni del Piano strategico. Per l'Accessibilità universale realizzazione di piste e superstrade ciclabili e loro integrazione con i servizi ferroviari; giustizia di prossimità e, ancora, riqualificazione a fini di riabitazione delle aree interne. Per le 'Opportunità diffuse' sì al supporto alle esigenze delle aziende e di manodopera altamente specializzata; vivibilità e sicurezza delle periferia; riuso al cento per cento. Per le 'Terre del benessere' attraverso il Piano strutturale e il Piano territoriale la 'Grande Firenze' assumerà sempre di più il profilo di una città comunità sostenibile. Grazie ai Pit e alla realizzazione dei parchi agricoli metropolitani si compirà la salvaguardia e tutela del territorio con la difesa della funzione agricola".

Ed ancora "Circa il lavoro e lo sviluppo economico, la Città Metropolitana intende rilanciare il tema del lavoro di qualità: il protocollo in materia di appalti pubblici, concessioni di lavori, forniture e servizi, definito con le associazioni sindacali è un esempio dell'azione a tutela di un tessuto produttivo solido. La Metrocittà continuerà a garantire, insieme ai sindacati e alle associazioni di categoria, un ruolo nella risoluzione delle grandi crisi aziendali, come già avvenuto in occasione di diverse situazioni difficili che si sono verificate in questi anni. La Città Metropolitana è la terza in Italia per occupazione femminile. La Città Metropolitana si pone l'obiettivo di tutelare e valorizzare i beni e le attività culturali a partire dal percorso museale di Palazzo Medici Riccardi e dalla Biblioteca Moreniana, anche con la promozione di mostre ed eventi culturali di qualità. I progetti di valorizzazione turistico-culturale e ambientale del Parco Mediceo di Pratolino rappresentano un altro aspetto significativo.
Circa lo Sport la Metrocittà attuerà politiche giovanili, sportive e del tempo libero realizzando direttamente iniziative per lo sport e offrendo sostegno a manifestazioni sportive organizzate da altri soggetti, nonché nella gestione di numerosi impianti sportivi, sovente in dotazione a istituti scolastici e messi a disposizione degli allievi degli istituti scolastici stessi ma anche delle società sportive del territorio. I tempi sono maturi per una gestione integrata del turismo metropolitano, puntando a decongestionare i grandi attrattori culturali e ad estendere la fruizione dei beni e prodotti culturali a tutto il territorio. Le funzioni di polizia locale e amministrativa saranno assolte portando avanti controlli sul territorio con le attività del corpo di Polizia metropolitana, contribuendo ad accrescere la sicurezza di cittadini e utenti, per esempio affrontando il problema della crescente presenza di ungulati, che si spingono ormai fin dentro le periferie della città con rischi significativi per la viabilità. Dal punto di vista dei diritti sociali, delle politiche sociali e familiari, saranno in particolare programmati interventi per soggetti a rischio di esclusione sociale" ha concluso il sindaco.



Tag

Richard Gere a «Piazzapulita»: «Salvini vorrebbe che portassi i migranti a Hollywood? Se avessi un aereo privato, lo farei»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità