Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE10°14°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Cronaca martedì 06 settembre 2022 ore 12:50

Nel locale gira brutta gente, revocata la licenza

polizia municipale

Dopo una serie di sospensioni dell'attività, adesso scatta la chiusura definitiva di un locale ritenuto un pericolo per la sicurezza pubblica



FIRENZE — Girava brutta gente in quel locale che adesso, dopo una serie di sospensioni dell'attività senza che nulla cambiasse, è stato definitivamente chiuso con revoca della licenza di somministrazione richiesta dalla prefettura e notificata dalla polizia municipale.

“Pericolo per la sicurezza pubblica” in quanto “abituale ritrovo di spacciatori” sono le motivazioni all'origine del provvedimento di revoca con cui il Comune di Firenze chiude definitivamente l’attività revocando il titolo abilitativo.

Il provvedimento, emesso dalla Direzione attività economiche di Palazzo Vecchio, giunge su richiesta della prefettura che, su segnalazione della questura fiorentina, aveva chiesto all’amministrazione comunale di intervenire revocando l’abilitazione alla somministrazione. La richiesta è arrivata dopo numerosi provvedimenti di sospensione, di cui l’ultimo disposto dalla questura il 29 Agosto scorso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono stati degli operai a fare il macabro ritrovamento avvisando le forze dell'ordine. Oltre al teschio anche altri resti. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca