Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:15 METEO:FIRENZE13°25°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 24 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Un suggestivo video in timelapse mostra la formazione di un tornado

Cronaca venerdì 12 febbraio 2021 ore 14:03

Cambia i connotati alle auto rubate per rivenderle

Alcune vetture individuate all'interno di una autorimessa sarebbero state reimmatricolate con numeri di telaio contraffatti per essere rivendute



FIRENZE — La polizia stradale di Firenze ha sequestrato due vetture di sospetta provenienza furtiva del valore commerciale complessivo di 50.000 euro in un’autorivendita della provincia. Il titolare dell’autorivendita è stato denunciato per ricettazione.

Secondo quanto accertato dagli agenti, ad entrambi i veicoli erano stati completamente ribattuti i numeri di telaio per camuffare la loro provenienza illecita. I mezzi inoltre sarebbero risultati apparentemente immatricolati all’estero e successivamente ritargati in Italia.

Gli specialisti della stradale dopo aver verificato come il numero di telaio stampato sui veicoli fosse stato in realtà contraffatto, hanno scoperto che le vetture non provenivano affatto dall’estero, sospettandone così la provenienza furtiva avvenuta altrove, prima della cosiddetta procedura di nazionalizzazione dei mezzi completata con la verosimile presentazione di documentazione alterata.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto nel centro storico del capoluogo toscano. L'autista e i passanti hanno dato l'allarme, poi la corsa in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità