Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:15 METEO:FIRENZE16°28°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 25 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crollo palazzo Miami: le immagini aeree del disastro

Attualità mercoledì 08 marzo 2017 ore 12:30

Caccia alle processionarie sui rami dei pini

Obbligo anche per i privati che possiedono un albero di scongiurare la presenza del bruco che a contatto con la pelle può causare dolorose allergie



FIRENZE — La primavera si avvicina e con essa anche il momento dell'uscita dai nidi della processionaria. Il monitoraggio sui pini presenti in tutto il territorio comunale è già iniziato. I controlli riguardano le piante distribuite tra parchi, giardini, scuole, impianti sportivi e lungo tutte le strade centro e quelle zone maggiormente frequentate.

Dal 2009, in seguito a un provvedimento emesso dal Comune, anche i privati cittadini sono obbligati ad adottare tutti gli accorgimenti necessari per impedire alla processionaria di nidificare sulle piante di proprietà. Chi non osserva l'obbligo è soggetto a sanzioni. 

Sul piano tecnico, per riconoscere la presenza della processionaria è riconoscibili attraverso i nidi in cui svernano le larve sulla cima dei rami. Proprio la fase dell'uscita dai nidi è quella più pericolosa perché è in quel momento che le larve si spostano verso il basso rischiando così di entrare in contatto con le persone e con gli animali. I loro peli urticanti in molti caso scatenano dolorose dermatiti o reazioni allergiche che possono essere molto pericolose. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dopo avere minacciato i passanti con un palo della segnaletica stradale è salito su una autovettura ed ha spaccato i vetri anteriori e posteriori
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità