Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE19°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 27 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Attualità martedì 28 dicembre 2021 ore 10:57

C'erano una volta i Lupi di Toscana

Il 2021 è stato l'anno della svolta per la rinascita della ex Caserma Gonzaga a sei anni dalla consegna delle chiavi dal Demanio a Palazzo Vecchio



FIRENZE — Sei anni dopo la consegna delle chiavi della ex Caserma Ferrante Gonzaga, dal Demanio a Palazzo Vecchio, il 2021 è stato l'anno della svolta per la grande area abbandonata al confine tra Firenze e Scandicci.

A fine anno è stato presentato il progetto di riqualificazione, frutto di un concorso pubblico, che vedrà sorgere un nuovo quartiere attorno alla piazza Lupi di Toscana.

Nel Marzo 2021 l'Associazione Lupi di Toscana ha fatto sapere che "Sarebbe bello poter avere una sede alla Gonzaga. A tempo debito l’Associazione inoltrerà richiesta ufficiale al Comune di Firenze".

 Il Comune di Firenze ad una richiesta inoltrata nei mesi scorsi a titolo meramente perlustrativo ha così risposto "Siamo ancora a livello di pianificazione urbanistica e quindi la invito a inoltrare nuovamente la richiesta quando si aprirà la fase di progettazione. L’assessore Martini gestirà poi l’assegnazione degli spazi e potrà dunque prendere contatti con voi ai fini della concessione".

La speranza di tutti quei fanti che conservano la memoria del glorioso Reggimento è che il ricordo dei Lupi di Toscana non vada perduto nell'operazione immobiliare.

Per generazioni la Caserma alle porte di Firenze ha rappresentato un punto di riferimento nel panorama italiano delle Forze Armate, come i paracadutisti, i granatieri, i marinai anche i fanti di Firenze hanno lasciato un segno, molti appartenenti ai Lupi di Toscana sparsi in tutta Italia e nel mondo hanno seguito con interesse la vicenda del passaggio dell'ex caserma.

A catalizzare tutte le informazioni in questi anni è stata l'Associazione Lupi di Toscana, ospitata con altre Associazioni d’Arma in un antico stabile di Piazza San Pancrazio a Firenze e recentemente sgomberata in un complesso demaniale in via Iacopo da Diacceto.

Il monumento ai Lupi di Toscana presente nel piazzale della Gonzaga è stato recuperato, restaurato ed è oggi, assieme ad alcuni cimeli, presso la Caserma Predieri di Rovezzano, ex Divisione Friuli ed oggi Vittorio Veneto.

La Storia dei Lupi di Toscana

Nel Luglio 1862 viene costituita una Brigata Granatieri (7° 8° Rgt) alla quale viene assegnato il nome di “Toscana”. Nell''Aprile 1871 i due Reggimenti Granatieri della Brigata Toscana cambiano le loro denominazioni in 77° e 78° Rgt.F. “Toscana”. Il 20 Ottobre 1915 durante la conquista del Monte Melino a Castel Condino, Trento, il nemico, sbigottito, chiama “Lupi” gli implacabili Fanti della Brigata Toscana. Nel 1916 i fanti superano le difese nemiche del Sabotino a Gorizia ed i soldati del 78° conquistano il Fajti sul Carso Goriziano. Nel 1918 oltrepassano il Piave e la Bandiera del reggimento viene decorata della massima ricompensa al valor militare la Medaglia d’Oro. In occasione della Guerra 1915-1918 al Reggimento viene concessa anche la Croce di Cavalierato dell’Ordine Militare d’Italia.

I Lupi partecipano anche alla seconda guerra fino al Settembre 1943 quando, a seguito di accordi intercorsi tra il Comando Militare di Roma e le autorità tedesche, il Reggimento viene sciolto con gli onori militari e la Bandiera viene portata al Vittoriano per la custodia.

Nell'Aprile 1947 il 78° Rgt. “Lupi di Toscana” si ricostituisce in Firenze, nella Caserma Ferrante Gonzaga di Scandicci. Nel 1958 con lo scioglimento della Divisione “Friuli”, il 78° entra a far parte della Brigata di Fanteria “Friuli”. Il 4 novembre 1966 il Reggimento si prodiga nell’opera di soccorso alla popolazione di Firenze colpita da catastrofica alluvione e merita un altro attestato di pubblica benemerenza dal Ministro degli Interni.
Nel Settembre 1995 a seguito della ristrutturazione dell’esercito, il Reggimento viene sciolto e la Bandiera viene portata al Museo delle Bandiere, presso l’Altare della Patria. Nel Luglio 1998 il Reparto viene ricostituito, come Reggimento Addestramento Volontari a Scandicci e la Bandiera ritorna a Firenze. Il 28 Marzo 2008 il Reggimento viene definitivamente soppresso e la Bandiera viene portata al Museo delle Bandiere, presso l’Altare della Patria.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

L'EX CASERMA GONZAGA PASSA AL COMUNE
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna è stata investita nei pressi di un attraversamento pedonale. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 e la polizia municipale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità