Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:10 METEO:FIRENZE24°37°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Attualità martedì 07 dicembre 2021 ore 11:06

Via al nuovo quartiere con piazza Lupi di Toscana

Palazzo Vecchio ha approvato la più grande operazione di residenziale sociale in termini di metri quadri, numero di alloggi e servizi per i residenti



FIRENZE — La ex Caserma Gonzaga dei Lupi di Toscana diventa un nuovo quartiere con una destinazione del 70 per cento della superficie totale ad housing sociale, il via libera del Consiglio comunale è arrivato dopo l’ok della giunta di Palazzo Vecchio.

Un grande spazio pubblico centrale ciclo-pedonale in asse fra l’attuale fermata della tramvia T1 Nenni-Torregalli e il complesso sanitario San Giovanni di Dio. Le due polarità saranno collegate anche attraverso un’innovativa linea di trasporto pubblico passante per lo spazio pubblico centrale e integrata con la circolazione dei pedoni, che funzionerà da servizio di trasporto per residenti e non. Lungo il nuovo insediamento si alterneranno una serie di spazi pubblici definiti come ‘stanze civiche’ in stretta relazione con gli edifici speciali adiacenti, per poi concludersi verso sud con la piazza Lupi di Toscana.

Sono stati approvati piano particolareggiato e variante al Piano strutturale e al regolamento urbanistico. Arrivata anche l’ammissione del progetto al finanziamento Pinqua, con l’inserimento nei Top 13 segnalati dalla giuria di tecnici come meritevoli, e il finanziamento React di circa 2 milioni di euro per la parte verde. 

Per la prima volta l’amministrazione comunale sta anticipando le opere di urbanizzazione realizzando l’asse stradale di collegamento Nenni - Torregalli, mentre sta procedendo ad appaltare il parcheggio accanto alla tramvia e l’area verde di San Lorenzo a Greve con i fondi React.

“Ciò che abbiamo fatto e stiamo facendo sulla caserma Lupi di Toscana parla da solo, ma se ne parla troppo poco - ha detto l’assessore Cecilia Del Re -. Alla caserma Lupi di Toscana, oggi di proprietà comunale, sarà demolito l’edificato esistente, salvo il fronte della palazzina comando, e sarà ricostruita questa nuova “città nella città” lungo un asse che collega Scandicci a Torregalli, con un sistema di verde pubblico che occupa 12 ettari su 20, il 70% di edificato destinato al tema della casa (con erp e housing sociale) e un sistema di mobilità dolce e sostenibile grazie a una fitta rete di piste ciclabili e a un collegamento elettrico su monorotaia lungo l’asse principale. Nella parte della palazzina comando e dei plessi all’ingresso, andranno importanti funzioni e servizi, per i quali da Aprile a oggi abbiamo già ottenuto i finanziamenti candidandoci al bando Pinqua sulla qualità dell’abitare. È dunque questo davvero il primo esempio di città post covid, che ricuce un territorio frammentato, con “un’idea semplice e forte”, come la definì l’architetto Natalini, che partecipò al concorso di idee bandito per la caserma. Ad aggiudicarselo fu l’architetto Pier Paolo Poloni, all’epoca 35enne, sorprendendo tutti. Sorprese anche l’architetto Natalini, che gli inviò il giorno dopo una bellissima lettera che rappresenta la speranza verso la possibilità che anche i giovani possano trovare spazio e che possano farlo per il loro merito, per le loro idee semplici e forti”.

Il piano particolareggiato

L’intervento prevede la demolizione di gran parte dell’attuale ex Caserma e la realizzazione di un nuovo insediamento con un mix funzionale, articolato in diverse destinazioni d’uso: 36mila mq di residenziale (Social Housing), 4mila mq di commerciale, 6mila mq di direzionale, 5mila mq di turistico-ricettivo e 2mila mq di industriale/artigianale per una superficie utile lorda complessiva di 53mila mq. 

Elemento portante del piano è la creazione di un grande spazio pubblico centrale ciclo-pedonale intorno al quale vengono organizzate tutte le funzioni, in asse fra l’attuale fermata della tramvia T1 Nenni-Torregalli e il complesso sanitario San Giovanni di Dio. Le due polarità saranno collegate anche attraverso un’innovativa linea di trasporto pubblico passante per lo spazio pubblico centrale e integrata con la circolazione dei pedoni, che funzionerà da servizio di trasporto per residenti e non. Lungo il nuovo insediamento si alterneranno una serie di spazi pubblici definiti come ‘stanze civiche’ in stretta relazione con gli edifici speciali adiacenti, per poi concludersi verso sud con la piazza ‘Lupi di Toscana’

Lo spazio pubblico sarà inoltre caratterizzato da una lunga fascia continua ma sempre permeabile di verde ad elevato tasso di naturalità: per questo, il grande spazio pubblico lineare che è asse del progetto si configurerà, più che come viale, come infrastruttura sociale, verde e di mobilità pubblica. Per quanto riguarda il sistema del verde, il nuovo quartiere sarà caratterizzato da ‘verde di cintura’ (22mila mq), parco esteso (56mila mq) e orti urbani (13mila mq). E’ stata ritenuta parzialmente accoglibile l’osservazione presentata dal Comune di Scandicci sul miglioramento dei collegamenti con la fermata tramviaria Nenni–Torregalli.

La Palazzina Comando sarà invece recuperata per essere destinata a servizi culturali per una superficie di 2060 metri quadri, con casa della musica, auditorium, sala cinema, sala prove musicali e teatrali, sale polivalenti, biblioteca, spazio giovani innovativo e creativo per attività artistiche e artigianali, spazio coworking e/o autogestione, oltre alla realizzazione di nuove piste ciclabili. La Palazzina est esistente sarà recuperata e destinata a servizi sociosanitari, una ‘casa della salute’, ovvero una struttura per anziani di livello intermedio fra la vita in casa e il ricovero in una vera Rsa, una palestra popolare, una sala di ritrovo-incontri-lettura, il tutto con un distaccamento di apposito ufficio dei servizi sociali per dare maggiore integrazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 24 i furti attribuiti al ladro seriale acciuffato dopo scorribande tra alberghi, negozi, case e cantine. Il singolare catalogo della refurtiva
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Dario Dal canto

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità