Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:FIRENZE23°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 13 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Campi Flegrei, le immagini dei satelliti mostrano la «possibile» causa dei terremoti
Campi Flegrei, le immagini dei satelliti mostrano la «possibile» causa dei terremoti

Attualità martedì 14 settembre 2021 ore 10:14

Rincari luce e gas, doccia gelata sui consumatori

L'aumento dei prezzi per le bollette di luce e gas è stato accolto con preoccupazione dai consumatori alla vigilia delle stagioni più fredde



FIRENZE — Doccia gelata per i consumatori che hanno accolto con preoccupazione l'annuncio di un ulteriore rincaro per le bollette di luce e gas. Negli ultimi mesi i costi per la fornitura di luce e gas hanno subito un aumento ma nel prossimo trimestre l'incremento toccherà il 40 per cento come ha annunciato il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani.

"Il prezzo del gas a livello internazionale aumenta. Se l'energia aumenta troppo di costo, le nostre imprese perdono di competitività e i cittadini, soprattutto quelli di reddito più basso, faticano ulteriormente per pagare beni primari come energia e gas" sono state le parole del ministro.

I consumatori sono intervenuti come Aduc che in una nota ha dichiarato "Le bollette energetiche schizzeranno molto in alto con aumenti del 40% luce e del 31% gas. Crediamo sia necessario, oltre che sperare nel futuro, intervenire subito".

Aduc ha ricordato che "A fine Giugno il Governo, a fronte di un aumento del 9,9% per la luce e del 15,3% del gas, ha spalmato 1,3 miliardi come compensazione sulle bollette. Degli incentivi stanziati a Luglio nessuno se n’è accorto e stiamo entrando nelle stagioni più fredde con consumi in crescita. Anche se le previsioni geopolitiche dovessero azzeccarci, i consumatori di energia arriverebbero sfiniti alla ipotizzata ripresa e quindi nuovi incentivi per rimediarvi? Sarebbe l’abituale politica di mettere pezze, senza incastonarne una che dia certezza, stabilità e futuro".

"Invece di continuare con interventi/sussidi a pioggia che rimandano problemi e scadenze, ci vorrebbe un intervento pesante, anzi pesantissimo. Lo Stato si dovrebbe far carico non solo di tutti gli aumenti distraendoli da quelli a pioggia, ma diminuire anche i prezzi correnti energetici con - perché no - inclusi i carburanti (su cui grava quasi il 70% di imposte). Non è una novità che i mercati energetici trainano tutte le economie, di produzione e di consumo. 
Ma occorrerebbe metter mano a tutti gli equilibri politici che si basano sul favorire questa o quell’altra categoria grazie alla forza di chi se ne fa portavoce" ha concluso l'associazione fiorentina.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nei due sinistri sono state coinvolte 4 auto e un mezzo pesante. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il 118 e le forze dell'ordine
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità