Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:18 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
In Colombia arrestato Dario Antonio Usuga: era il narcotrafficante più ricercato del Paese

Attualità lunedì 17 maggio 2021 ore 13:53

Pesci morti nel laghetto, mistero sulle cause

La rimozione delle carcasse stamani
La rimozione delle carcasse stamani

Stamani gli operatori Alia hanno rimosso le carcasse in decomposizione già da ieri, e ora ci si interroga sui perché anche in consiglio comunale



FIRENZE — E' mistero sulle cause che ieri hanno provocato una vistosa morìa di pesci nel laghetto del Bobolino. Stamani gli operatori di Alia sono intervenuti per rimuovere le moltissime carcasse in decomposizione già da ieri, quando il capogruppo del Movimento 5 stelle in Palazzo Vecchio Roberto De Blasi riferisce di essere intervenuto sul posto insieme alle forze di polizia. Adesso l'esponente pentastellato invoca l'intervento di Arpat e delle autorità sanitarie.

“Incuria del servizio di manutenzione o sversamenti di sostanze inquinanti? Non è dato saperlo", sostiene chiedendo che vengano eseguiti da chi di competenza "accertamenti atti a stabilire la qualità dell’ecosistema al fine di evitare che altre decine di piccoli pesci rossi e non solo potessero morire".

Ieri mattina, racconta De Blasi, lo spettacolo era terribile. Stamani ancora peggio. "Abbiamo presentato una domanda di attualità per il consiglio comunale di oggi - espone insieme al consigliere comunale Lorenzo Masi - dalla quale esigiamo risposte precise". In particolare, tra le altre cose, i due consiglieri comunali vogliono spiegazioni sul "mancato immediato intervento da parte delle autorità preposte per la pulizia e il confinamento dei luoghi con apposite recinzioni", chiedono a chi spettano pulizia e manutenzione del laghetto e secondo quali modalità.

La preoccupazione adesso si rivolge ai pesci ancora in vita: “Oggi – conclude Masi – è stata eseguita la sola rimozione dei pesci morti e considerando la quantità di quelli ancora vivi in evidente stato di sofferenza ce ne saranno altri fino alla completa estinzione della fauna nel laghetto, se non si interviene immediatamente. Cosa aspetta l’amministrazione a rimuovere i superstiti confinandoli in vasche sicure, e ripulire il laghetto?”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Recensioni negative e paura dell'abbandono dei rifiuti, queste le reazioni sui social alla notizia delle chiavette necessarie all'uso dei cassonetti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Attualità

Cultura