comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 03 aprile 2020
corriere tv
Il procuratore nazionale antimafia De Raho: «I clan hanno necessità di collocare i soldi liquidi: ecco come si approfitteranno della crisi»

Attualità lunedì 20 gennaio 2020 ore 10:32

Appello a Mattarella per il rispetto sulle strade

Tra gli organizzatori della manifestazione nazionale dei Cittadini della Strada in programma a Roma anche associazioni in partenza da Firenze



FIRENZE — Lamentano una situazione critica sulle strade, una vera e propria "violenza sociale" così la definiscono i membri delle associazioni attive anche sul territorio fiorentino, come l'Associazione Gabriele Borgogni che partecipa all'organizzazione dell'evento.

"Siamo tanti, siamo cittadini della strada senza diritto di cittadinanza. Soprattutto le utenze vulnerabili, bambini, disabili, anziani, pedoni, ciclisti, motociclisti quelle più virtuose e assurdamente le prime a cadere sotto i colpi della violenza motoristica" è quanto recita una nota diramata dagli organizzatori che si sono dati appuntamento il 23 febbraio al Colosseo.

"Abbiamo pensato a una forma di mobilitazione generale, una manifestazione, a Roma, per coinvolgere le istituzioni competenti e spingerle ad avviare con urgenza gli interventi necessari. Per questo puntiamo sulla prima carica dello Stato e alla sua autorità per fare opera di persuasione sui vari ministeri, enti e soggetti che a vario titolo possono e devono intervenire" conclude la nota.

Nel testo dell’appello inviato al presidente Sergio Mattarella la richiesta di "un incontro urgente al fine di promuovere con ogni istituzione competente gli interventi necessari per fronteggiare l’emergenza stradale che sta rendendo sempre più mortali e invivibili gli spazi pubblici viari del nostro amato Paese. Le preannunciamo l’intenzione di voler manifestare tutta la nostra indignazione e preoccupazione per l’attuale drammatica situazione di dilagante violenza motoristica con un evento che si terrà a Roma.

Nell'appello la richiesta di impiegare "Carabinieri e Polizia in primis anche e soprattutto in area urbana, per un controllo stringente sui comportamenti di guida più a rischio, come gli eccessi di velocità, il mancato rispetto delle utenze vulnerabili, la sosta illegale e l’uso del cellulare alla guida". Chiedono inoltre "larga diffusione di strumenti tecnologici per il controllo delle violazioni alle norme stradali come: autovelox, sistemi Tutor, T – Red, telecamere per controllo e sanzione illeciti da remoto e avvio sperimentazione ISA – Intelligent Speed Adaptation, a partire dal parco auto delle varie amministrazioni centrali e locali" e "modifiche al Codice della strada che consentano un più efficace impiego delle tecnologie di controllo, in particolare per la velocità con abolizione dell’obbligo di segnalazione delle postazioni per la rilevazione della velocità".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità