comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Covid, De Luca: «Qualche buontempone nega i posti in intensiva per non lavorare»

Attualità venerdì 07 febbraio 2020 ore 13:38

Alle Cascine prove pratiche per giardinieri

Sono gli allievi del corso della Confederazione nazionale dell'artigianato promosso a seguito della nuova normativa emanata dalla Regione Toscana



FIRENZE — Ha debuttato a Firenze e a Scandicci, in CNA, il primo corso di formazione per “manutentori del verde” della Toscana. Grazie ad un accordo stretto da CNA con il Comune di Firenze gli allievi stanno mettendo in pratica quanto appreso al Parco delle Cascine provvedendo a preparare il terreno, potare, diserbare, concimare, distribuire antiparassitari, seminare, trapiantare, mettere a dimora, costruire aree verdi e giardini.

Il responsabile Servizi alla Comunità di CNA, Francesco Fossi l’Assessore Urbanistica, ambiente, agricoltura urbana Cecilia Del Re hanno fatto visita al parco “Il Parco delle Cascine è il polmone verde di Firenze, e con piacere i tecnici della Direzione Ambiente hanno accolto qui gli allievi di Ambiente Impresa CNA per crescere sul campo nuovi manutentori del verde. La manualità del giardiniere insieme alla necessaria conoscenza delle piante e del verde rendono questo mestiere uno dei più importanti per la cura del nostro ecosistema”.

I 21 allievi, tra cui 5 giardinieri già in forze a Palazzo Vecchio che frequentano per aggiornarsi, stanno studiando botanica, coltivazioni arboree, pedologia, normativa fitosanitaria, normativa in materia di scarti verdi, progettazione del verde, antiparassitari, fisiologia vegetale. 180 ore, tra teoria e pratica, organizzati da Ambiente Impresa, l’agenzia formativa di CNA, per consentire ai giardinieri di adeguarsi al profilo professionale adottato dalla Toscana sulla base dell’accordo definito in Conferenza Stato Regioni.

In base alla nuova normativa, le imprese possono adeguarsi al nuovo profilo, continuando così a svolgere la professione, se in possesso di un titolo di studio specifico (dal diploma di tecnico agricolo al master in gestione del verde e del paesaggio) o di un’esperienza lavorativa biennale maturata alla data del 22 febbraio 2016.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità