Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Saviano: «De Luca non mi vuole al Festival di Ravello? Non c'è nessun problema: non vengo»

Attualità martedì 11 maggio 2021 ore 18:30

Aeroportuali in presidio contro la vendita di Tah

Un presidio unitario organizzato da tutte le sigle sindacali ha invitato la Regione Toscana ad intervenire in merito alla vendita del settore handling



FIRENZE — In occasione della seduta di giunta del Consiglio regionale della Toscana, i lavoratori dei due scali toscani si sono riunti in presidio a Firenze sotto la sede della Regione per manifestare contro l’annunciata vendita da parte della proprietà del settore Handling.

Si è trattato di una manifestazione unitaria in vista dello sciopero del prossimo 15 Maggio 2021 già annunciato dai sindacati che hanno organizzato il presidio unitario, Filt Cgil - Fit Cisl-Uilt e Ugl. 

La delegazione delle rappresentanze sindacali dei lavoratori di Toscana Aeroporti ha incontrato il presidente dell’assemblea regionale, Antonio Mazzeo, e i capigruppo. L’incontro si è svolto mentre di fronte al palazzo del Pegaso si svolgeva il presidio dei lavoratori ed è stato sollecitato, in apertura dei lavori d’aula, da Irene Galletti M5s. "Il Consiglio regionale seguirà da vicino la vicenda della società di Handling degli scali di Firenze e Pisa e terrà alta l’attenzione affinché siano mantenuti inalterati gli attuali livelli occupazionali" è quanto emerso nel corso dell’incontro.

Le motivazioni della protesta. Le notizie sulla composizione della compagine che ha proposto l’acquisto di Tah non hanno tranquillizzato le segreterie sindacali "La costituenda società è ancora una nebulosa, non si comprendono i ruoli degli attori e neppure l’entità dei capitali che saranno messi a disposizione, come sarà gestita la partita degli Handling (ricordiamo l’attuale limitazione a solo due società), oppure come sarà operante il regime di concorrenza fra società, che è il motivo di tutto questo, e che purtroppo condiziona anche la vita lavorativa degli addetti al settore. Non nascondiamo un certo disappunto per le scarne prese di posizione da parte delle istituzioni su questa questione, e crediamo che la parte pubblica presente all’interno di TA debba far sentire la sua voce su questa scellerata operazione, sbagliata nelle modalità, nei tempi, e ora anche nelle prospettive" hanno dichiarato Filt Cgil - Fit Cisl-Uilt e Ugl.

La Capogruppo del Movimento 5 Stelle in Toscana, Irene Galletti, e la Consigliera regionale, Silvia Noferi hanno commentato "Abbiamo ritenuto utile favorire un incontro tra i rappresentanti dei lavoratori e il presidente Antonio Mazzeo, affinché i fatti fossero esposti senza intermediazione politica, ma direttamente dalla viva voce dei soggetti interessati. La vendita di Toscana Aeroporti Handling è ritenuta inopportuna dai sindacati perché non terrebbe conto del calo dei volumi di traffico legato alla contingenza pandemica, questione che si ricollega alla normativa europea in materia di concorrenza. Inoltre solleva anche la questione, non di poco conto, del trasferimento di un’attività strategica per gli scali toscani ad un’azienda che dalle visure camerali sembrerebbe avere 71 dipendenti e che ad acquisizione completata dovrà farsi carico di altri 450 lavoratori. Fatto che non lascia tranquilli - incalzano le pentastellate - soprattutto perché, ad oggi, non sappiamo ancora se esista un piano industriale in grado di dare le dovute garanzie. Naturalmente la nostra battaglia al fianco dei lavoratori degli handling toscani prosegue senza incertezze. Facciamo nostre le richieste dei sindacati e chiediamo con altrettanta forza che il nuovo rappresentante della Regione, che a breve verrà eletto nel Cda di Toscana Aeroporti, rappresenti gli interessi dei lavoratori in ogni sede e col massimo sforzo. Questa cessione è inoltre la dimostrazione plastica che l’impegno sottoscritto con voto unanime alla mozione che abbiamo presentato solo poche settimane fa, e che chiedeva di vincolare alla tutela occupazionale i 10 milioni elargiti della Regione in favore di Toscana Aeroporti, è sì nelle intenzioni, ma non nei fatti. A questo punto sospendere l’erogazione dei soldi e quasi un imperativo, almeno fino a quando Toscana Aeroporti non acconsentirà a partecipare agli incontri di Giunta e alle Commissioni consiliari, appuntamenti finora disertati.”

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio è avvenuto ai giardini della Fortezza da Basso. A finire denunciato un giovane di 23 anni che è stato sedato e trasportato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Arte

Attualità

Attualità