Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Saviano: «La censura in Rai è un problema che riguarda tutti»

Attualità venerdì 29 maggio 2020 ore 12:30

Centri estivi come e quando? La parola ai genitori

bambini

Fino al 2 giugno un questionario sul sito del Comune per capire le esigenze delle famiglie e gestire il servizio nel rispetto delle norme anti-Covid



BAGNO A RIPOLI — Il Comune ha lanciato un sondaggio tra le famiglie per capire quali siano le loro esigenze sul fronte dei centri estivi la cui organizzazione, a causa dell'emergenza Covid, quest'anno è particolarmente complessa. Nello specifico, il questionario che resterà sulla rete civica fino al 2 giugno, è pensato per consentire alle famiglie dei bambini di indicare priorità e preferenze, dalla fascia d'età del proprio bambino al periodo più gettonato. 

La compilazione del questionario, spiega il Comune, non ha validità di iscrizione. Il sondaggio non è rivolto solo ai cittadini ripolesi, a cui come sempre sarà data priorità nei Centri estivi comunali. Possono partecipare tutti coloro che vorrebbero portare il proprio bambino a un Centro estivo a Bagno a Ripoli. In questo modo il Comune, aggiungono Casini e Pignotti, “può mettersi al centro di una sinergia che coinvolga anche privato sociale e associazioni”.

Le iscrizioni ai centri estivi si apriranno il prossimo 4 giugno. Per quanto riguarda le norme da seguire, le linee guida pubblicate dal Dipartimento per le politiche della famiglia per l’organizzazione dei centri estivi prevedono un rapporto educatori/bambini di 1 a 5 per la scuola dell'infanzia, di 1 a 7 per la primaria, di 1 a 10 per la secondaria, la predilezione di attività svolte all'aperto e norme di sicurezza sanitaria come la continua igienizzazione degli ambienti e l'utilizzo di dispositivi di protezione individuale.

“Un modo veloce e diretto – spiegano il sindaco Francesco Casini e l'assessore alla scuola Francesco Pignotti – per capire le reali esigenze delle famiglie e rispondere con un servizio sempre più utile ed efficiente in un anno particolare in cui la sicurezza e la salute dei bambini, già prioritaria, è ancora più importante”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Non solo valuta ma anche cibo, farmaci illegali, droga e tabacco: cosa hanno scovato i funzionari doganali anche grazie a psicologia e profilazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità