Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:FIRENZE18°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 18 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ct della Russia «sfida» Ronaldo: stappa la Coca Cola e la beve in conferenza stampa

Spettacoli martedì 17 ottobre 2017 ore 13:23

Alfabeto Grossi al Museo del Novecento

Il 18 ottobre l'evento inserito nel calendario "1917-2017 Pietro Grossi. L'istante zero" promosso nel centenario della nascita del compositore



FIRENZE — Si intitola Alfabeto Grossi l'evento in programma al Museo Novecento per mercoledì 18 ottobre a partire dalle ore 15.30. che va ad inserirsi nel calendario del progetto speciale 1917 – 2017 Pietro Grossi. L’istante zero, promosso dal Comune di Firenze per celebrare il centenario della nascita del grande compositore.

Al Museo Novecento artisti, musicisti, compositori, esperti di musica e studiosi offriranno contributi critici inediti inframezzati da proiezioni e momenti di ascolto e saranno protagonisti di una tavola rotonda. Il pomeriggio sarà articolato in tre momenti: Rimembranze con interventi di Daniele Lombardi e Leonello Tarabella, Battimenti a tre frequenze con il contributo di Giovanni Mori, Laura Zattra e Marco Stroppa e infine In tandem col bit. Dall’opera aperta all’arte effimera tavola rotonda con Hans Ulrich Werner, Mechi Cena e il direttore scientifico di Museo Novecento Valentina Gensini, moderati da Albert Mayr.

L'evento rientra nel calendario di celebrazioni che la città di Firenze dedica a Pietro Grossi dal 17 al 21 ottobre. 

Il compositore, fondatore nel 1963 dello studio di fonologia musicale di Firenze S 2F M, è stato pioniere italiano della musica elettronica e della computer music. Sperimentatore instancabile, divulgatore appassionato, Pietro Grossi è stato una figura poliedrica e determinante nel dibattito culturale della seconda metà del Novecento. Il programma, curato da importanti realtà e istituzioni cittadine e regionali prevede concerti, esposizioni, tavole rotonde, testimonianze critiche, proiezioni, momenti di ascolto e incontri con il pubblico, nel tentativo di analizzare l’eredità culturale di Grossi nell’ottica di un’apertura verso la contemporaneità e la recente produzione musicale.

L'iniziativa è curata da Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, Centro Pecci di Prato – Fondazione per le Arti contemporanee in Toscana, Museo Novecento, Tempo Reale/Centro di ricerca produzione e didattica musicale, con il coordinamento di Comune di Firenze e MUS.E. e la collaborazione dell’Associazione Pietro Grossi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il caso finisce in Consiglio comunale. "Troppi tavolini e pochi posti auto" hanno denunciato i consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca