Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:22 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità giovedì 30 marzo 2017 ore 12:15

Il Vino Nobile al G7 della Cultura a Firenze

I sette ministri della cultura, che si sono riuniti a Firenze, brinderanno con il vino Nobile, scelto per accompagnare il grande evento



MONTEPULCIANO — Saranno i ministri della cultura di Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna e Usa ospitati dal Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, a brindare all’incontro del primo G7 della cultura a Firenze con il Vino Nobile di Montepulciano.

La prima Docg italiana è infatti la denominazione scelta dall’organizzazione come vino di questo grande appuntamento per accompagnare il menu della cena di gala in programma questa sera a Palazzo Vecchio. 

«Una grande occasione per la nostra denominazione di poter raccontare anche a tavola la cultura – spiega il presidente del Consorzio, Andrea Natalini – perché il vino italiano è cultura e a Montepulciano più che mai visto che da sempre il vino ha accompagnato la storia della nostra città».

Il Consorzio porterà una ampia rappresentativa di etichette dei propri associati che saranno degustate non solo dai protagonisti del G7, ma anche da illustri personaggi che sono stati chiamati a partecipare già dal pomeriggio quando nel Salone dei Cinquecento si esibirà l’orchestra del Maggio diretta dal Maestro Riccardo Muti. 

Il G7 della cultura è stato fortemente voluto dagli organizzatori e in questi due giorni si parlerà di cultura, di arte, di strategie internazionali per combattere, ad esempio, il traffico delle opere d'arte. Anche per questo è stata scelta Firenze, città d’arte tra le più apprezzate al mondo. La cultura portata anche in tavola con la cena di gala e i vini messi a disposizione dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.

Una bella vetrina che ribadisce l’impegno del Consorzio nella spinta dei mercati che internazionali che nel 2016 hanno rappresentato il 78% dell’export tra Europa e paesi extra Ue. La Germania è il primo mercato del Nobile con il 46% della quota esportazioni. 

Il Vino Nobile è apprezzato anche in Svizzera dove raggiunge il 16 per cento.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'autista avrebbe perso il controllo del mezzo pubblico che si è schiantato contro la pedana di un ristorante distruggendola completamente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità