Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE18°29°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità venerdì 05 giugno 2015 ore 10:50

Mafia capitale, l'inchiesta sfiora la Toscana

I magistrati stanno indagando su alcune gare vinte dalla coop bianca La Cascina, che dal 2010 si occupa della pulizia dei treni a Santa Maria Novella



FIRENZE — Le ipotesi d'accusa sono quelle di turbativa d'asta e corruzione. Nel mirino degli investigatori romani, che si stanno occupando degli intrecci esistenti tra criminalità organizzata e politica nel secondo capitolo di Mafia capitale, sono finiti i vertici del gruppo La Cascina, che controlla una serie di cooperative legate a Comunione e Liberazione e che si occupano di servizi ai migranti, ma anche di pulizia dei treni, specie a Firenze.

A portare alla luce la vicenda è stata Repubblica, nelle pagine locali. Secondo i pm di Roma i vertici del gruppo avrebbero avuto un rapporto privilegiato dal 2011 al 2014 con Luca Odevaine, vero e proprio perno attorno a cui ruotava il sistema dell'accoglienza dei migrante e divenuto, secondo l'accusa, un collettore di tangenti.

Il gruppo La Cascina ha vinto l'appalto per la pulizia dei treni alla stazione di santa Maria Novella a Firenze il 22 marzo del 2010, quindi in un periodo precedente rispetto a quello che stanno prendendo in esame i magistrati romani, ma se dovesse essere provata la corruzione sistematica, anche questo appalto potrebbe finire nel mirino degli inquirenti. 

Il gruppo, nel frattempo, è finito sotto la lente d'ingrandimento anche della procura di Firenze impegnata a indagare sulla corruzione negli appalti per le infrastrutture: i magistrati vogliono vederci chiaro sul rapporto tra La Cascina e Francesco Cavallo, braccio destro di Maurizio Lupi al ministero delle infrastrutture, arrestato per corruzione proprio su ordine dei pm fiorentini nell'ambito dell'indagine sul Sistema Incalza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio innescato da una lite per antiche ruggini, poi degenerata. La vittima è rimasta ferita, il suo aggressore è stato denunciato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Attualità

CORONAVIRUS