QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 07 dicembre 2019

Cronaca martedì 27 agosto 2019 ore 19:00

Il vicino entra nel suo letto per stuprarla

I carabinieri hanno stretto il cerchio attorno a un 22enne che ha tentato di violentare una donna in un appartamento del centro di Firenze



FIRENZE — E' bastata una breve indagine a individuare e arrestare l'uomo di 22 anni, di origine peruviana, che all'alba di sabato è entrato silenziosamente nell'appartamento di una 35enne giordana e, altrettanto silenziosamente, è entrato nel letto dove lei dormiva. Quando si è svegliata di soprassalto, se lo è trovato a cavalcioni con i genitali scoperti. La sua reazione è stata immediata e, nonostante lui le tenesse fermi collo e testa, è riuscita a divincolarsi e a farlo cadere. Nella colluttazione lo ha graffiato in volto costringendolo alla fuga. 

A raccontare la vicenda ai carabinieri è stata la stessa vittima, per la quale è scattato all'ospedale di Careggi il Codice Rosa previsto per i casi di violenza sessuale. Ai militari la donna ha detto di aver riconosciuto l'aggressore come il figlio della domestica, residente in un appartamento nello stesso palazzo. Con lui, ha aggiunto la vittima, non era mai intercorso alcun rapporto di amicizia.

Le indagini hanno dimostrato che il 22enne era riuscito a procurarsi le chiavi dell'abitazione della donna che la madre teneva in casa per poter entrare e fare le pulizie. A quanto pare aveva con sé un panno imbevuto di cloroformio per narcotizzare la vittima. Da quanto emerso il ragazzo in questi giorni dormiva a casa del proprietario dell'appartamento preso in affitto dalla 35enne, sullo stesso pianerottolo di quello in cui si è consumato l'episodio. Lo conosceva ed era lì con il suo consenso. Dopo la fuga, probabilmente ubriaco, è tornato in casa e si è addormentato sul divano. Per svegliarlo, la madre pare lo abbia trascinato in una vasca di acqua fredda. 

I segni sul corpo dell'aggressore, compatibili con la colluttazione, hanno confermato la versione della vittima. Il giovane è stato portato nel carcere di Sollicciano. I reati che la procura gli contesta sono violenza sessuale aggravata e violazione di domicilio. 



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca