Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Giacomo Sartori, continuano le ricerche del 29enne scomparso: il video postato dalla famiglia su Fb

Cronaca mercoledì 15 settembre 2021 ore 08:19

Tentano di dare fuoco a una guardia carceraria

E' successo nel carcere di Sollicciano. Due detenuti hanno gettato a terra olio e poi lo hanno incendiato. Trenta giorni di prognosi per il poliziotto



FIRENZE — Prima lo fanno scivolare sull'olio e cadere a terra, poi danno fuoco al liquido. La terribile aggressione è avvenuta nel carcere di Sollicciano.

La vittima è un agente di polizia penitenziaria e solo il tempestivo intervento dei colleghi ha evitato una tragedia: la sua divisa aveva già preso fuoco. Le fiamme sono state prontamente domate ma il poliziotto, cadendo malamente sul pavimento, ha comunque riportato la frattura di un braccio. La prognosi è di 30 giorni.

Gli aggressori sono due detenuti del reparto giudiziario che, dopo l'aggressione, sono rimasti nella stessa sezione del penitenziario per mancanza di altri spazi.

I dettagli sull'episodio sono stati diffusi dal sindacato Uilpa. 

"Si è trattato di un vero e proprio attentato allo Stato e ai suoi rappresentanti con un balzo in avanti nell'aggressivitià dimostrata - ha commentato il segretario generale dell'Uilpa Eluterio Grieco - Se non si interviene immediatamente si rischia una escalation dagli esiti imprevedibili sia dal punto di vista dell'incolumità fisica del personale che di sicurezza dell'istituto".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Mattinate infernali per gli automobilisti che attraversano i viali tra la Fortezza da Basso, Ponte Rosso e Campo di Marte a causa dei cantieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO