comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 23°32° 
Domani 23°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 03 luglio 2020
corriere tv
Salvini torna a Mondragone: «Quelli dei centri sociali bevono e fumano fino a tardi la sera e la mattina dormono »

Attualità venerdì 31 gennaio 2020 ore 18:35

Coronavirus, i cinesi contagiati sono passati da Firenze

La coppia di turisti ricoverati in isolamento all'istituto Spallanzani ha fatto tappa nel capoluogo toscano prima di andare a Roma



FIRENZE — La Regione Toscana ha reso noto che i due turisti originari di Macao ricoverati da mercoledì scorso all'istituto Spallanzani di Roma - primi due casi in Italia di persone che hanno contratto il nuovo coronavirus 2019-nCov - sono passati da Firenze, dove hanno soggiornato per 24 ore per poi ripartire alla volta della capitale. Allo stato attuale non risultano soste in altre località toscane.

Gli uffici regionali hanno immediatamente attivato l'indagine epidemiologica, per individuare i possibili contatti a rischio, ovvero tutti coloro che hanno incontrato i coniugi e hanno avuto contatti stretti con uno dei due o con entrambi, compreso il personale di alberghi, ristoranti e negozi. Marito e moglie hanno rispettivamente 67 e 66 anni e si trovano in isolamento, la signora in discrete condizioni con un inizio di interessamento polmonare, il marito con tosse, febbre e spossatezza.

"E’ improbabile che i due cittadini cinesi possano aver contagiato altre persone nelle varie città visitate - dichiara il dottor Danilo Tacconi, direttore di Malattie infettive Asl Toscana sud est - perché il virus si trasmette solo con un contatto molto ravvicinato".

Secondo le indicazioni ministeriali per contatto ravvicinato si intende:

- esposizione dovuta ad assistenza sanitaria, compresa assistenza diretta a pazienti affetti da coronavirus;

- lavorare con operatori sanitari infettati da coronavirus; 

- visitare ammalati di coronavirus o rimanere nello stesso ambiente di un ammalato;

- lavorare a stretto contatto o condividere la stessa classe con un ammalato;

- viaggiare con un ammalato, con qualsiasi mezzo di trasporto;

- vivere nella stessa casa di un paziente ammalato".

Negli altri Paesi europei i casi confermati fino a ieri, 30 Gennaio, sono cinque in Francia, uno in Finlandia e quattro in Germania. In totale nel mondo sono stati confermati 7.818 casi, di cui 7.736 in Cina. Le vittime sono circa 200, in gran parte persone anziane o già debilitate da altre malattie.

All'Istituto Spallanzani è ricoverata, oltre ai coniugi di Macao, un'altra ventina di casi sospetti, tenuti sotto osservazione. Anche in Toscana si sono verificati alcuni casi sospetti, rivelatisi poi negativi.

Le autorità sanitarie della Regione Toscana sono in continuo contatto con le Prefetture, i sindaci, il console generale della Repubblica Popolare Cinese a Firenze Wang Wengang, per monitorare la situazione e mettere in atto tutte le iniziative necessarie.

In serata si è tenuta una riunione del Comitato operativo della Protezione civile nazionale con i rappresentanti delle Regioni, alla quale hanno partecipato il coordinatore della task force regionale e il direttore del Dipartimento salute della Regione Toscana. 

Oggi il Consiglio dei ministri ha decretato un'emergenza nazionale per il coronavirus della durata di sei mesi. Il traffico aereo fra l'Italia e la Cina è stato sospeso fino al 28 Aprile.

A seguito delle prime indicazioni del Ministero, l'Estar (l'ente che si occupa dell'approvvigionamento delle strutture sanitarie pubbliche in Toscana) ha immediatamente acquistato, per una cifra complessiva di duecentomila euro, 287mila mascherine (altre 11.500 arriveranno entro la metà di febbraio) e 135mila camici (altri 17mila sono in arrivo).

La task force istituita dalla Regione Toscana per il coronavirus, permanentemente attiva, è coordinata da Emanuela Balocchini, dirigente del settore prevenzione collettiva della Regione. Della task force fanno parte le direzioni sanitarie delle aziende, le competenze di laboratorio, l'organizzazione del 118 e la componente sanitaria della Protezione civile, l'Ars (Agenzia regionale di sanità), l'igiene pubblica, la rappresentanza di medici di medicina generale e pediatri, un rappresentante delle terapie intensive, malattie infettive, pronto soccorso, servizio prevenzione e protezione, e una componente delle professioni sanitarie, a cui si affiancano le competenze regionali dei settori ospedaliero e territoriale e quello della comunicazione e ufficio stampa.

Sulle pagine del sito della Regione Toscana, all'indirizzo https://www.regione.toscana.it/-/coronavirus, si possono trovare le informazioni e i link utili per conoscere meglio il fenomeno del coronavirus 2019-nCoV. Cos'è, come si contrae, come proteggersi, i sintomi, il trattamento; a chi rivolgersi in caso di sintomi, le indicazioni del Ministero.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità