Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Cosa ha detto Bonelli su Salis prima di ufficializzare la candidatura

Attualità lunedì 13 novembre 2023 ore 22:00

Alluvione, la stima dei danni sale a 2 miliardi di euro

L'incontro a Campi Bisenzio col ministro Musumeci e Fabrizio Curcio
L'incontro a Campi Bisenzio col ministro Musumeci e Fabrizio Curcio

Il presidente Giani ha fatto il punto sull'emergenza maltempo in Toscana nell'incontro a Campi Bisenzio col ministro per la protezione civile Musumeci



CAMPI BISENZIO — E' salita a 2 miliardi di euro la stima dei danni provocati in Toscana dall'alluvione e dagli eventi meteo del 2 Novembre scorso nei circa 30 Comuni più coinvolti. Ad affermarlo è stato il presidente della Regione Toscana e commissario delegato per l'emergenza Eugenio Giani in occasione dell'incontro operativo che ha portato a Campi Bisenzio il ministro per la protezione civile Nello Musumeci e il capo dipartimento Fabrizio Curcio che già nei giorni scorsi aveva effettuato un sopralluogo nelle aree alluvionate.

Oltre al presidente Giani, il vertice ha visto la presenza dell'assessora regionale ad ambiente e protezione civile Monia Monni, il prefetto di Firenze Francesca Ferrandino e i sindaci della Città metropolitana fiorentina Dario Nardella, di Prato Matteo Biffoni, di Campi Bisenzio Andrea Tagliaferri

Dopo un minuto di silenzio per le vittime si è aperto il confronto: "Abbiamo la necessità di risorse per l'immediato, i primi soccorsi, le ordinanze con cui rimettiamo in sesto gli argini e per rispondere alle situazioni attuali che ci chiedono i cittadini che hanno perso tutto, a quello che ci chiedono le imprese", ha rappresentato Giani che ha poi proseguito "Abbiamo avuto 8 morti e danni rilevanti in ben cinque delle dieci province toscane. E’ stato colpito anche il cuore economico della Toscana. Abbiamo subito un evento meteorologico come non si era mai visto fino ad oggi e il pericolo maggiore è stato rappresentato dai piccoli torrenti: l’Agna, lo Stella, il Bagnolo, gli altri torrenti del reticolo minore, che però in questo caso si è rivelato rilevante e devastante".

Quindi il presidente ha proseguito "Ora dobbiamo portare avanti tre fronti fondamentali: gli interventi di somma urgenza, cioè la ricostruzione degli argini e la messa in sicurezza del territorio; l’assistenza alle famiglie che hanno subito danni; l’attenzione alle imprese colpite, anche perché i quest’area si trovano manifatture che sono indispensabili anche al settore moda e all’eccellenza dell’export italiano. Occorreranno risorse perché il territorio possa avere risposte immediate. Oltre 30mila, tra famiglie e imprese, sono state colpite direttamente dalle esondazioni. Fino ad oggi c’è stata una stretta collaborazione con il Governo, e vorrei continuasse per poter dare risposte concrete alle persone".

Dal rappresentante del governo è giunta disponibilità, con una definizione della road map per definire gli interventi che prevede entro la prima decade di Dicembre la presentazione di una relazione dettagliata degli interventi necessari da parte della Regione e dei Comuni.

Ma dal ministro Musumeci, che ha aperto una riflessione sulle assicurazioni specialmente delle aziende rispetto alle calamità auspicando una nuova cultura del rischio, è giunto un monito a considerare eventi meteo della portata di quello che si è abbattuto il 2 Novembre scorso in Toscana non più straordinario, ma destinato a ripetersi
Il ministro si tratterrà in Toscana. Per la giornata di domani è previsto un suo sopralluogo in Versilia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'auto ha tamponato un furgone d'opera su un cantiere, poi ha preso fuoco. Nessuna traccia del guidatore, mentre i tre operai sono rimasti feriti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Imprese & Professioni

Cronaca