Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Attualità sabato 23 gennaio 2021 ore 17:03

Restauro fiorentino per la Ceramica Sestese

uno dei gessi, tondo di madonna con bambino

Sono 18 i modelli della Collezione Fantechi che verranno rimessi a nuovo dall'Opificio delle Pietre Dure di Firenze dopo l'incendio di alcuni anni fa



SESTO FIORENTINO — Ceramica, 18 modelli della Collezione Fantechi a nuova vita grazie all'Opificio delle Pietre Dure. I modelli in gesso custoditi all'interno dell'Archivio della Ceramica Sestese erano rimasti danneggiati dall'incendio avvenuto alcuni anni fa, e adesso saranno restaurati. Il Comune di Sesto Fiorentino ha infatti accolto favorevolmente la richiesta arrivata dall'istituto del capoluogo che ha già da tempo ultimato il lavoro di catalogazione e progettazione del restauro dell'intera collezione.

I 18 modelli, caratterizzati da diversi fenomeni di degrado, saranno oggetto di studio e restauro da parte degli allievi della Scuola di Alta formazione presso l'Opificio e svolgeranno l'attività presso la sede dell'Archivio, documentando tutte le fasi dell'intervento sotto la supervisione dei docenti restauratori. 

L'accordo non prevede costi a carico dell'amministrazione comunale che dichiara la propria soddisfazione: "Si tratta di una collaborazione avviata già da tempo con l'Opificio, una delle istituzioni più importanti e prestigiose a livello internazionale nel campo del restauro", ricorda l'assessore alle attività produttive Gabriella Bruschi. 

"L'Archivio della Ceramica Sestese custodisce al suo interno un patrimonio artistico e documentale straordinario dell'attività delle più importanti manifatture attive nel nostro territorio tra Ottocento e Novecento. Anche grazie a questa iniziativa - osserva l'assessore - in futuro dovremo valorizzarlo e farlo conoscere per riscoprire l'importanza della ceramica nella tradizione e nell'identità della nostra città".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità