Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:36 METEO:FIRENZE16°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo, Amadeus: «Avremo degli applausi finti ma immagineremo che siano del pubblico a casa»

Attualità sabato 26 dicembre 2020 ore 10:00

Oltre duemila iscrizioni a Capannucce in città

Iscrizioni da parrocchie, scuole, associazioni, Rsa, centri disabili, famiglie. I presepi saranno premiati con un diploma e una piccola Natività



FIRENZE — Anche nell'anno del Covid è stato un successo la diciannovesima edizione di Capannucce in città con oltre 2mila iscrizioni. Famiglie, scuole, parrocchie, ma anche residenze per anziani e centri per disabili di Firenze e della Toscana hanno voluto partecipare all’iniziativa che invita a preparare il presepe in quanto vero significato del Natale.

Nonostante l’impossibilità per la pandemia di organizzare la festa-cerimonia di premiazione di tutti gli iscritti, tradizionalmente presieduta dall’Arcivescovo di Firenze Cardinale Giuseppe Betori, le adesioni sono arrivate entusiastiche.

Tutti gli iscritti a Capannucce in Città riceveranno un diploma personalizzato e un piccola natività come ringraziamento per aver ricordato a tutti il vero significato del Natale. Non potendo essere consegnati di persona, i premi verranno inviati nelle sedi delle parrocchie, scuole, famiglie e associazioni che hanno aderito.

Alcune delle fotografie dei presepi che hanno partecipato a Capannucce in città 2020 sono pubblicate sulla pagina Facebook dell’iniziativa.

L’evento è realizzato grazie al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e la ditta Armando Poggi Srl, in collaborazione con la Diocesi di Firenze e il settimanale Toscanaoggi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca