Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:21 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 16 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin scocciato con la reporter Usa: «Lei è una bella donna ma non ascolta»

Attualità lunedì 03 agosto 2015 ore 12:25

Il sindaco Casini fa il punto della situazione

Il primo cittadino di Bagno a Ripoli, racconta a Quinews Firenze la situazione nel suo comune dopo la violenta tromba d'aria



BAGNO A RIPOLI — Bagno a Ripoli è stata duramente colpita dalla violentissima tromba d'aria sabato sera. 

Le criticità maggiori hanno riguardato Via Roma, Via Rosano, Via Ritortoli e via Chiantigiana mentre a lungo sono rimaste bloccate via di Rosai, Via Procacci, Via Pulicciano, via di Vacciano e via Villamagna.

"La situazione sta rientrando alla normalità - racconta a QuiNews Firenze Casini - Questo grazie al lavoro incessante della protezione civile, delle ditte incaricate dal Comune, dalle associazioni di volontariato ed addirittura di parte del personale del Comune che è appositamente rientrato dalle ferie per aiutare a gestire la situazione".

A due giorni dall'evento può fare una stima dei danni?

"Stiamo ancora contando i danni. Sono state centinaia gli interventi per rimuovere gli alberi caduti, abbattere quelli pericolanti e pulire le zone più colpite. Al momento posso dire che solo per quanto riguarda il patrimonio pubblico sono centinaia di migliaia di euro i danni stimati. Restano da stimare i danni all'edilizia scolastica e agli edifici privati. Dovremmo avere un report il prima possibile. Posso sicuramente dire che è stato un evento di enorme portata che ha creato danni davvero ingenti e pesanti". 

Ci sono e quante sono le famiglie sfollate?

"Abbiamo cinque famiglie che non possono rientrare nelle loro abitazioni. Sono state sistemate immediatamente, sabato, negli alloggi per l'emergenza abitativa del Comune. Alcune famiglie hanno trovato poi sistemazione da familiari e tre famiglie invece hanno trovato ospitalità in strutture turistiche della zona che si sono rese disponibili ad ospitarle". 

Vuole fare un appello ai cittadini?

"Sì, rimangono ancora elementi di pericolo. Chiedo a tutti di non usare i parchi o sostare sotto gli alberi perché alcuni potrebbero essere ancora percolati. Stiamo monitorando la situazione costantemente anche con gli agronomi forestali e faremo di tutto per risolvere le situazioni di pericolo nelle prossime ore".


© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il sinistro si è verificato a metà pomeriggio a ridosso di piazza Beccaria, provocando code anche a causa del restringimento di carreggiata
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Don Andrea Pio Cristiani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità