Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:22 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità martedì 11 maggio 2021 ore 20:01

Tav, il caso del people mover che affianca il tram

L'assessore alla Mobilità ha risposto alle critiche sulla navetta Santa Maria Novella Foster che coincide in parte con la Linea 2 del tram



FIRENZE — La navetta, o people mover, prevista tra la stazione di Santa Maria Novella e la stazione Foster per l'Alta Velocità si sovrappone alla linea 2 del tram nel tratto tra viale Redi e via Alamanni, l'opposizione ha sollevato critiche su questo aspetto che vedrebbe l'una o l'atra infrastruttura soffrire della competizione.

Il caso è finito in Consiglio comunale dove il consigliere Jacopo Cellai ha interrogato l’assessore alla mobilità, Stefano Giorgetti.

“Secondo quanto annunciato dal presidente della Regione Toscana, la navetta sarà completamente automatizzata, sfrutterà i binari 1 e 2 della stazione di Santa Maria Novella e trasporterà 21.000 passeggeri al giorno. E c’è già anche la tempistica: stazione Foster e annessa navetta saranno pronti nel 2026. Peccato che al Comune di Firenze tutto questo non risulti” così ha detto Jacopo Cellai che ha poi aggiunto “L’assessore ha smentito sia l’utilizzo dei binari 1 e 2 della ferrovia, dicendo che si stanno valutando anche altre ipotesi, sia la quantità di passeggeri che dovrà essere valutata sui criteri ante-covid successivamente, e in sostanza ha affermato che Palazzo Vecchio è in attesa di vedere lo sviluppo del progetto. Riguardo poi al fatto che la linea 2 della tramvia già svolga il ruolo di collegamento tra le due stazioni con la fermata Belfiore, rendendo di fatto il faraonico progetto della navetta inutile, ci si limita ad affermare che la tramvia collega anche altre parti della città". 

L'assessore Stefano Giorgetti ha replicato "Dispiace che il consigliere Cellai, per fare inutili polemiche, alteri le risposte e le adatti per fare autonome considerazioni. Ho risposto a un suo question time spiegando che la navetta sarà automatica su sede propria. Non ho parlato né del binario 1 o 2 né tantomeno dei trasportisti. La domanda era diversa e riguardava il numero di passeggeri previsti ogni giorno alla stazione Alta Velocità Foster. Prima dell’emergenza Covid a Firenze dall’Alta Velocità avevamo circa 35.000 passeggeri al giorno fra saliti e discesi e ho aggiunto che la tramvia svolge un altro servizio: non tutti dalla Alta Velocità devono andare a Santa Maria Novella. Ci sarà anche chi andrà direttamente verso l’Università, la Regione, il Tribunale, l’Aeroporto o altre parti della città. Quindi nessuna confusione ma un piano trasportistico complesso ma chiaro ed efficiente" ha concluso l'assessore Giorgetti. 

A margine della disputa tutta comunale sui tracciati che combaciano, resta ferma la posizione degli antagonisti storici dell'infrastruttura, il Comitato No Tav e l'associazione Idra infatti invitano a prestare attenzione ad un altro aspetto senza il quale non avrebbe neppure senso parlare di collegamenti e di Alta Velocità: c'è ancora da realizzare il sottoattraversamento della città.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'autista avrebbe perso il controllo del mezzo pubblico che si è schiantato contro la pedana di un ristorante distruggendola completamente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità